GERMANIA - Stati federali

© Roberto Breschi
Amburgo
Assia
   Waldeck (1919-29)
Baden-Württemberg
   Baden (1919-33 e 1945-52)
   Württemberg (1919-33 e 1945-52)
Bassa Sassonia
   Brunswick (1919-33)
   Oldemburgo (1919-33)
   Schaumburg-Lippe (1919-33)
Baviera
Berlino
Brandeburgo
   Prussia (1919-33)
Brema
Meclemburgo-Pomerania Anter.
   Meclemburgo-Schwerin (1919-33)
   Meclemburgo-Strelitz (1919-33)
Renania-Palatinato
Renania Settentrion.-Vestfalia
   Lippe (1919-33 e 1946-47)
Saarland
Sassonia
Sassonia-Anhalt
   Anhalt (1919-33)
Schleswig-Holstein
   Lubecca (1919-1933)
Turingia


La sconfitta dell’Impero nella prima guerrra mondiale lasciò la Germania in pieno clima rivoluzionario e cancellò le vari monarchie, peraltro nominali, che lo componevano. Nel gennaio 1919 nacque a Weimar la nuova repubblica federale alla quale aderirono 18 paesi (Bundesländer): Amburgo, Anhalt, Assia, Baden, Baviera, Brema, Brunswick, Lippe, Lubecca, Meclemburgo-Schwerin, Meclemburgo-Strelitz, Oldenburgo, Prussia, Sassonia, Schaumburg-Lippe, Turingia, Waldeck (unito all’Assia nel 1929), Württemberg. Essi corrispondevano grossomodo agli stati dell’impero, tranne il nuovo Land di Turingia che riuniva sette vecchi principati compresi i piccoli ducati sassoni. La Prussia da sola rappresentava oltre il 60 percento della superficie e della popolazione tedesca.
Le elezioni del 1932 dettero al partito nazista la maggioranza relativa e il 30 gennaio 1933 Hitler fu chiamato al governo, la repubblica di Weimar ebbe fine i Länder furono aboliti. Il 30 aprile 1945 segnò, con la morte di Hitler, la fine del nazismo. La Germania subì forti perdite territoriali (soprattutto a oriente, in Prussia) e la spartizione in quattro zone di occupazione militare che, ciascuna per proprio conto, procedette alla riorganizzazione dei Länder.
Nel 1948 il paese fu diviso in due repubbliche. La Germania Occidentale (Repubblica Federale Tedesca) risultò formata da nove Länder: Assia, Amburgo, Brema, Baden-Württenberg, Bassa Sassonia, Baviera, Renania-Palatinato, Renania Settentrionale-Vestfalia, Schleswig-Holstein, ai quali nel 1957 si aggiunse la Saar.
Nella Germania Orientale (Repubblica Democratica Tedesca) si ricostituirono cinque Länder: Brandeburgo, Meclemburgo, Sassonia, Sassonia-Anhalt, Turingia, poi soppressi con la riforma amministrativa del 23 luglio 1952.
Berlino, divisa fra le due repubbliche, dal 1954 al 1990, costituì nella parte occidentale un Land a statuto speciale.
Pertanto i sedici Länder dell’attuale Repubblica Federale Tedesca (in grassetto nell’indice qui sopra) derivano dall’unificazione dei due stati tedeschi e Berlino avvenuta il 3 ottobre 1990. Dal punto di vista vessillologico le bandiere e gli stemmi presenti su di esse hanno, senza eccezioni, profonde radici storiche.

Bibliografia generale - Wappen und Flaggen des Deutschen Reichs und der deutschen Länder, 1928 - Wappen und Flaggen der Bundesrepublik Deutschland und der Bundesländer, 1956 e 1966 - Wappen und Flaggen der Bundesrepublik Deutschland und ihren Länder, 1994 e altre ed. - Archivio CISV, scheda 15 - Opere a carattere generale  - Internet

  < ritorno a Germania <


BADEN-WÜRTTEMBERG
dal 1954








Lo stato del B.-W. fu costituito nel 1952, ma la bandiera, stabilita l'11 settembre 1953, entrò effettivamente in uso solo il 2 agosto 1954; fino a quella data il Baden e il Württemberg usarono le proprie bandiere. Proporzioni 3/5. Il nero e il giallo, antichi colori del ducato di Svevia sono tratti dallo stemma di stato, d'oro ai tre leoni di nero, armati e linguati di rosso. La bandiera di stato, che trova impiego per i servizi governativi locali, porta lo stemma al centro in due versioni differenti: piccola (scudo con semplice corona stilizzata) e grande (scudo coronato da sei scudetti), a seconda dell'importanza della sua funzione.



Lo stemma che compare al centro della bandiera di stato è una moderna interpretazione dell'antica arma dei duchi di Svevia. L'emblema, nella versione "grande", corrisponde allo stemma di stato adottato il 26 aprile 1954 privato dei supporti. Gli scudetti che formano la corona sono quelli delle regioni storiche del Land, nell'ordine da sinistra (destra araldica): Franconia, Hohenzollern, Baden, Württemberg, Palatinato renano e Austria anteriore. Gli scudetti centrali, delle due regioni che danno il nome allo stato, sono di maggiori dimensioni.


> Germania >                                    > indice Stati federali >

RENANIA-PALATINATO
Rheinland-Pfalz, dal 1948




Bandiera stabilita dalla costituzione del nuovo Land del 18 maggio 1947, effettiva dal 10 maggio 1948. Proporzioni 3/5, talvolta 2/3. I colori del drappo, tratti dallo stemma dello stato, lo rendono uguale alla bandiera nazionale, se non per la presenza dello stemma stesso. Questo è tecnicamente un "cappato abbassato" e comprende la croce rossa in campo argento di Treviri, la ruota d'argento in campo rosso di Magonza e il leone d'oro in campo nero del Palatinato Renano; sono gli emblemi dei tre stati elettorali che al tempo del Sacro Romano Impero formavano gran parte dell'odierno Land.


> Germania >                                    > indice Stati federali >

RENANIA SETTENTRIONALE-VESTFALIA
Nordrhein-Westfalen, dal 1953







Bandiera adottata il 10 marzo 1953. Proporzioni 3/5. I colori sono quelli degli stemmi storici dei due principali territori che formano il Land: il circolo del Basso Reno e la Vestfalia, ma gli stessi colori ebbero effimere repubbliche sorte sul Reno al tempo di Napoleone e nei primi anni '20 del XX secolo. La versione di stato per i servizi governativi reca al centro lo stemma. Lo scudo è partito: alla destra araldica sono rappresentate le onde del Reno attraversanti la pianura, che fu l'emblema del Basso Reno al tempo dell'annessione alla Prussia, alla sinistra araldica il cavallino inalberato d'argento in campo rosso di Vestfalia. In punta la rosa del Lippe, stato assorbito nel nuovo Land nel gennaio 1947.


> Germania >                                    > indice Stati federali >

BASSA SASSONIA
Niedersachsen


1946-1952
Dal 1946 fino all'adozione della bandiera definitiva nel 1952, era alzata sulla cancelleria di stato della parte di Sassonia restata in territorio occidentale una bandiera rossa con un cavallino bianco. Il cavallino è antico simbolo tradizionale di tutto il popolo sassone, indipendentemente dalle varie case regnanti, già presente sui simboli di Hannover e Brunswick.


dal 1952



La bandiera ufficiale della Bassa Sassonia fu adottata il 13 ottobre 1952. Proporzioni 3/5. Una versione di stato, per i servizi governativi in mare e sulle acque interne, adottata il 22 ottobre 1953, è tagliata a coda di rondine. Si tratta della bandiera nazionale tedesca con al centro un grande scudo rosso con l'emblema unificante del cavallino sassone. Il Land comprende regioni storiche, corrispondenti ai vecchi principati, che possono alzare i loro antichi vessilli: Hannover (giallo-bianco), Oldemburgo (croce rossa su azzurro), Brunswick (azzurro-giallo) e Schaumburg-Lippe (bianco-rosso-azzurro).


> Germania >                                    > indice Stati federali >