ANHALT
© Roberto Breschi
Sommario. Il ducato di Anhalt, a nord della Sassonia, feudo tedesco degli Ascani, fu progressivamente suddiviso tra varie linee dinastiche e nel 1603 fu ripartito nei tre ducati di Köthen, Dessau e Bernburg. Riunificato nel 1863 fu integrato nel Reich nel 1871. Nel 1918, in seguito al crollo dell'impero germanico si costituì in Stato libero e aderì alla repubblica di Weimar. Dopo la seconda guerra mondiale costituì un nuovo Land in unione con altri territori sassoni (Sassonia-Anhalt).


Ducato di Anhalt, Herzogtum Anhalt, c. 1866-1918
Stato dell'Anhalt, Freistaat Anhalt, 1919-1933


Bandiera del ducato in uso effettivo da circa il 1866 alla fine dell'impero nel 1918. La costituzione del 18 luglio 1919 confermò la bandiera per lo Stato libero nell'ambito della repubblica federale tedesca. Abolita dal governo nazionalsocialista nel 1933. (v. indice Stati federali). I colori del paese erano in origine quelli di Sassonia, verde e bianco. Verso il 1820 si aggiunse il rosso per sottolineare i legami con la marca del Brandeburgo. I colori erano comuni ai tre ducati (Köthen, Dessau e Bernburg), nei quali era suddiviso l'Anhalt fino al 1863, ma non vennero portati sulla bandiera prima del 1866.



ALTRE BANDIERE

Bandiera ducale

>
GERMANIA

> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)

Bibliografia
Archivio CISV, scheda 15/85






REUSS
© Roberto Breschi
Sommario. Altri due principati turingi ebbero origine dalla contea di Reuss, costituitasi nel XII secolo, che nel 1616 si ripartì nei due stati di Reuss-Greiz (principato dal 1778) e Reus-Gera (principato dal 1806), poi associati separatamente alla Germania unita nel 1871. Ambedue i principati ebbero tricolori nero-rosso-gialli di incerta origine araldica; quello di Reuss-Greiz risultava uguale all’odierna bandiera tedesca, mentre quello di Reuss-Gera era a strisce verticali.


Principato di Reuss-Greiz, Fürstentum Reuss-Greiz, 1820-1918

Proclamata dai prìncipi bandiera del paese nel 1820 e durata fino al 1918. Nero e giallo erano i colori del principato dal secolo XVII; più tardi si aggiunse il rosso. Essi deriverebbero dallo scudo di Reuss, di nero al leone d'oro linguato e armato di rosso.


Principato di Reuss-Schleiz, Fürstentum Reuss-Schleiz, 1820-1918

La bandiera del principato aveva in comune con quella dell'altro ramo Reuss-Greiz, colori, origine e epoca. Tuttavia i colori erano generalmente disposti a strisce verticali.



ALTRE BANDIERE

Bandiere principesche

>
GERMANIA

> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)
Bibliografia
J. Siebmacher's Grosses Wappenbuch, I,6, 1878 - Archivio CISV, scheda 15/139






SCHWARZBURG
© Roberto Breschi
Sommario. Schwarzburg, in Turingia, nacque come contea agli inizi del XII secolo. I due stati in cui era diviso, Rudolstadt e Sondershausen, divenuti principati rispettivamente nel 1647 e nel 1716, aderirono a tutte le Confederazioni tedesche e nel 1871 entrarono separatamente nel secondo Reich. Le bandiere, introdotte verso il 1845, avevano gli stessi colori: bianco su azzurro chiaro.


Principato di Schwarzburg-Rudolstadt,
Fürstentum Schwarzburg-Rudolstadt
, c. 1845-1866


Bandiera del principato, introdotta verso il 1845. Nel 1866 i colori furono invertiti. I colori erano gli stessi e avevano la medesima origine di quelli del principato dell'altro ramo degli Schwarzburg, una fra le più antiche casate tedesche. L'inversione dei colori del 1866 rese identiche le bandiere dei due principati


Principato di Schwarzburg-Rudolstadt,
Fürstentum Schwarzburg-Rudolstadt
, 1866-1918
Principato di Schwarzburg-Sondershausen,
Fürstentum Schwarzburg-Sondershausen
, c. 1845-1918


Bandiera del principato Schwarzburg-Sondershausen introdotta verso il 1845 e durata fino alla fine dell'impero. Dal 1866 anche l'altro principato Schwarzburg-Rudolstadt adottò il bicolore con l'azzurro in alto. I colori, comuni ai due principati. derivavano dai campi dello scudo originario della casa di Schwarzburg e di quello della contea di Klettenberg.



ALTRE BANDIERE

Bandiere principesche

> GERMANIA
> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)

Bibliografia
J. Siebmacher's Grosses Wappenbuch, I,6, 1878 - Archivio CISV, scheda 15/109

> Indice Europa >              >> Indice generale >>