MALAYSIA
© Roberto Breschi
Sommario. La Malaysia è una federazione nata nel 1963 dall’unione di Malesia, a sua volta federazione di undici stati, Singapore, Sarawak e Sabah, tutti territori e protettorati britannici che da poco avevano raggiunto l’indipendenza. Nel 1965 Singapore abbandonò la federazione. La bandiera segue il vecchio modello malese, con strisce e punte della stella che indicano il numero degli stati.


Federazione della Grande Malesia, Persekutuan Tanah Malaysia, dal 1963



Bandiera nazionale e di stato adottata il 16 settembre 1963. Proporzioni 1/2. Come sull'analoga bandiera della Malesia, le strisce così come le punte della stella, rappresentano i membri della federazione, vale a dire gli undici stati malesi, Singapore, Sarawak e Sabah. Con l'abbandono di Singapore nel 1965, la bandiera non cambiò e pertanto da allora portò una striscia e una punta di stella in più rispetto al numero degli stati. Tuttavia, si può assumere che la concordanza si sia ristabilita nel 1974 allorché è stato istituito un Distretto Federale intorno alla capitale Kuala Lumpur.


Federazione della Grande Malesia, Persekutuan Tanah Malaysia, dal 1963


Bandiera mercantile entrata in uso in seguito all'adozione della nuova bandiera federale il 16 settembre 1963. Una Red Ensign di stampo britannico con in più un sottile bordo azzurro di separazione tra il cantone e il campo rosso.


Federazione della Grande Malesia, Persekutuan Tanah Malaysia, dal 1963



Bandiera di stato in mare di tipo britannico (Blue Ensign) derivata da quella malese e adeguata in seguito all'adozione della nuova bandiera della federazione. L'insegna è documentata tuttora in uso, malgrado l'Album des pavillons nationaux del S.H.O.M. asserisca il contrario.


Federazione della Grande Malesia, Persekutuan Tanah Malaysia, 1963-1967



Bandiera della marina da guerra di stampo britannico (White Ensign) adottata nel 1963. Adeguamento della precedente insegna malese in seguito all'adozione della nuova bandiera federale. Durata fino al 31 dicembre 1967.


Federazione della Grande Malesia, Persekutuan Tanah Malaysia, dal 1968



Bandiera della marina da guerra adottata il primo gennaio 1968. Eliminata dalla precedente la croce di San Giorgio, è stato aggiunto al battente l'emblema della marina in azzurro: un'àncora con due kriss. Leggermente variate le proporzioni, da 1/2 a 12/25 (la bandiera nazionale del cantone resta 1/2).



ALTRE BANDIERE

Bandiere del Capo dello Stato

>
TERRITORI FEDERALI

>
KUALA LUMPUR

> LABUAN

>
PUTRAJAYA


>
MALESIA

>
STABILIMENTI DELLO STRETTO

>
SINGAPORE

>
SARAWAK

>
SABAH

Bibliografia
Flag Bull., III:1, 1963 - Archivio CISV, scheda 44 - Opere a carattere generale


> Indice Asia >              >> Indice generale >>






KUALA LUMPUR
© Roberto Breschi
Sommario. Il 1° febbraio 1974 fu costituito su un'area di circa 250 Kmq il Distretto Federale della capitale Kuala Lumpur, già capitale anche della Malesia e del sultanato di Selangor.


Distretto Federale della Capitale, Wilayah Persekutuan Kuala Lumpur, dal 1990


Bandiera del distretto adottata il 14 maggio 1990. Proporzioni 1/2, con la striscia blu pari a 1/3 del drappo. I colori, le strisce, il crescente e la stella sono gli stessi della bandiera della federazione, ma arrangiati in modo differente. L'istituzione del distretto federale fece di nuovo quadrare i conti tra il numero di strisce e punte di stella e quello degli stati, sbilanciati da quando (1965) Singapore lasciò la federazione.


> MALAYSIA

Bibliografia
Embl. et Pavillons, 25, 1990 - Archivio CISV, scheda 44/31








PUTRAJAYA
© Roberto Breschi
Sommario. Nel 1995 è stato deciso di costituire un terzo distretto federale per farne una cittadella governativa, amministrativa e ricreativa, riservando un'area di circa 50 Kmq situata subito a sud di Kuala Lumpur.


Distretto Federale di Putrajaya, Wilayah Persekutuan Putrajaya, dal 2001



Bandiera del distretto adottata nel febbraio 2001. Proporzioni 1/2, con la striscia centrale larga la metà drappo. Il giallo-oro rappresenta l'onore e la sovranità dello stato federale, l'azzurro l'unità e l'armonia dei suoi componenti. Al centro è posto lo stemma federale completo.

Stemma della Malaysia. I cinque pugnali (kris) che figurano nel capo dello scudo rappresentano i cinque stati che aderirono alla federazione nel 1948 (Johore, Kedah, Kelantan, Perlis e Trengganu). Le quattro pezze monocromatiche stanno per gli stati originari (Negri Sembilan, Pahang, Perak e Selangor). Le due pezze laterali recano i simboli di Penang e Malacca, che costituivano gli Stabilimenti dello Stretto. Le armi degli stati di Sarawak e Sabah, che nel 1963 formarono con la federazione malese la “Grande Malesia” (Malaysia), occupano le due pezze in basso che affiancano quella sulla punta dello scudo raffigurante il fiore nazionale, il bunga raya, una varietà di hibiscus. Lo scudo ha in cimiero il crescente dell’islam e la consueta stella a 14 punte, è sorretto da due tigri ed è accompagnato da un nastro col motto in lingua malese “Unità è Forza”, in caratteri latini e arabi. Lo stemma, che compare anche sulla bandiera del Capo della Federazione, è sostanzialmente quello adottato nel 1963, a sua volta derivato da quello della Malesia, tuttavia ha subito negli anni numerose piccole variazioni, soprattutto in dipendenza di mutamenti nei simboli dei vari stati. L’attuale versione risale al 1988.


> MALAYSIA

Bibliografia
Documentazione personale - Archivio CISV, scheda 44/6








TERRITORI FEDERALI
© Roberto Breschi
Sommario. Nel 2006 è stata conferita ai tre distretti federali della Malaysia, Kuala Lumpur, Labuan e Putrajaya - che dipendono da un apposito ministero - una ben definita identità unitaria. Sono stati adottati anche  una bandiera e  un inno "nazionale" comuni.


dal 2006



Bandiera introdotta il 23 maggio 2006 e alzata per la prima volta il 27 maggio. Proporzioni 1/2. La striscia gialla simboleggia sovranità e rispetto, quella azzurra sincerità, unità e armonia, quella rossa la forza. Al centro è posto lo stemma federale sotto il quale sono state aggiunte tre stelle in rappresentanza dei tre Distretti Federali: Kuala Lumpur, il contiguo Putrajaya e Labuan. I tre distretti alzano la bandiera comune insieme alla propria.


> MALAYSIA

Bibliografia
New Straits Times (Malaysia News on line - Internet)







MALESIA
© Roberto Breschi
Sommario. La penisola della Malesia aveva già conosciuto le dominazioni degli indù, dei cinesi e degli islamici quando gli europei si apprestarono ad assumere il controllo di quelle importanti vie commerciali. Nell’ordine arrivarono i portoghesi (1511), gli olandesi (1602) e infine i britannici che vi sarebbero restati a vario titolo  fino alla seconda guerra mondiale. Il territorio era diviso in vari sultanati alcuni dei quali, Perak, Selangor, Negri Sembilan e Pahang nel 1895 si federarono ed accettarono il protettorato britannico. All’inizio del XX secolo altri quattro sultanati malesi, Kelantan, Trengganu, Kedah e Perlis, pur non aderendo alla federazione, si posero sotto  protettorato. Nel 1946, dopo la parentesi bellica, fu costituita l’Unione degli Stati Malesi che si componeva dei sultanati del protettorato (federati e no)  cui se ne aggiunsero altri, Penang, Malacca, già colonie britanniche, e Johore, che era in pratica indipendente. Nel 1948 l’unione si trasformò in federazione e nel 1957 ottenne la piena indipendenza. La bandiera federale aveva undici strisce bianche e rosse e un cantone blu con mezzaluna e stella a undici punte, in rappresentanza degli stati e precorreva quella della Malaysia, la grande federazione costituita nel 1963 tra Malesia, Singapore, Sarawak e Sabah.


Stati Malesi Federati, Federated Malay States, 1905-1946
Unione Malese, Malay Union, 1946-1948
Federazione Malese, Malay Federation, 1948-1950



Bandiera federale, di stato e da guerra, adottata nel 1905, confermata nel 1946 e durata fino al 1948. In pratica, non avendo ancora la federazione una bandiera ufficiale scomparve solo nel 1950. I colori delle strisce erano quelli delle bandiere dei primi quattro stati che si federarono, Negri Sembilan, Pahang, Perak e Selangor. Nell'ovale al centro, una tigre, simbolo del paese.


Repubblica Democratica Popolare di Malesia, c. 1943-1945


Bandiera della repubblica costituita verso il 1943 dalle forze di resistenza durante l'occupazione giapponese e sciolta il 5 settembre 1945, quando il paese passò sotto l'amministrazione militare britannica. Il drappo rosso con stelle gialle lasciava intendere che le forze resistenti erano in maggioranza di sinistra.


Federazione Malese, Malaya, Persekutuan Tanah Melayu, 1950-1963



Bandiera federale adottata il 26 maggio 1950. Il 31 agosto 1957, con il conseguimento della completa indipendenza, sostituì l'Union Flag anche come bandiera di stato a terra. Modificata il 16 settembre 1963, quando passò a rappresentare la nuova federazione della Grande Malesia o Malaysia. Proporzioni 1/2. Le undici strisce e le altrettante punte della stella rappresentano gli undici stati federati: tale criterio fu suggerito dalla bandiera degli Stati Uniti d'America, alla quale si ispirano anche il disegno e i colori. D'altra parte il rosso e il bianco sono colori comuni nell'Asia sud-orientale. Il giallo è colore delle monarchie locali, l'azzurro ricorda la passata amministrazione britannica, il crescente e la stella sono simboli islamici.


Federazione Malese, Malaya, Persekutuan Tanah Melayu, 1958-1963









La bandiera mercantile, adottata nel 1958 e modificata nel 1963 quando fu costituita la Malaysia, seguiva il modello della Red Ensign britannica, che fu usata sulle navi mercantili malesi fino al 1958. La bandiera della federazione malese sostituì semplicemente l'Union Flag nel cantone. In più fu aggiunto un sottile bordo azzurro di separazione. Nello stesso periodo furono in uso anche la bandiera di stato in mare e qualla della marina militare, anch'esse derivate dalla Blue Ensign e dalla White Ensign britanniche rispettivamente.



ALTRE BANDIERE

Bandiera di bompresso

> MALAYSIA
> JOHORE
> KEDAH
> KELANTAN
> MALACCA
> NEGRI SEMBILAN
> PAHANG
> PENANG
> PERAK
> PERLIS
> SELANGOR
> SUNGEI UJONG
> TRENGGANU

Bibliografia
Opere a carattere generale - Archivio CISV, scheda 44/2


> Indice Asia >              >> Indice generale >>