VENEZUELA - Stati

© Roberto Breschi
Nueva Esparta
Portuguesa
Sucre
Táchira
Trujillo

La suddivisione del Venezuela in Stati federati frutto della guerra federale conclusasi nel 1863, dopo vari e frequenti mutamenti si è cristallizzata nel 1901 in 20 soggetti. Solo negli anni ’90 del secolo scorso sono stati istituiti tre nuovi Stati, Delta Amacuro, Amazonas e Vargas. L'area urbana della capitale Caracas costituisce un Distretto Federale a sé stante. Le isole e gli arcipelaghi caraibici non comprese in nessun Stato federale costituiscono le Dipendenze federali.
Le bandiere degli Stati del Venezuela sono state introdotte in epoca relativamente recente (in genere negli ultimi decenni del secolo scorso); tuttavia alcune riprendono il disegno di vessilli storici alzati durante il periodo della lotta per l'indipendenza del Venezuela. Hanno tutte proporzioni 2/3 e molte di esse hanno disegni poco convenzionali.

Bibliografia generale - Francisco A. Vargas, "Los Símbolos Sagrados de la Nación Venezolana", 1981 (per gli stemmi) - "Símbolos patrios de Venezuela", internet (simbolos.com.ve) e altri siti locali - R.J. Orta, vari commenti in FOTW - Leggi e decreti.


ARAGUA
Estado Aragua




Bandiera dello stato di Aragua, affacciato sul mar dei Caraibi a ovest di Caracas, introdotta in data imprecisata. Drappo rosso e giallo inquartato a croce di Sant'Andrea con lo stemma di stato al centro. Quest'ultimo, approvato nel 1926, mostra uno scudo diviso diagonalmente in tre parti. In alto a destra un'allegoria della Vittoria, in forma di una figura angelica in campo rosso che alza con le mani una corona e un ramo di palma. A sinistra al centro un albero al naturale in campo d'oro; trattasi di un "albero della pioggia" (Samanea saman), dalla grande chioma, detto localmente Saman del Rio Guaire o anche de Guerra, perché secondo la leggenda un esemplare che sorgeva presso la capitale Maracay avrebbe ospitato sotto la sua chioma l’armata del Libertador Simón Bolivar. La parte in punta allo scudo rappresenta la storica hacienda di canna da zucchero della famiglia Bolívar, che nel 1814 durante la battaglia di San Mateo esplose in fiamme, sacrificata dal generale Antonio Ricaurte perché le munizioni che quell'edificio conteneva non cadessero in mano nemica. Lo scudo è cimato da un sole sorgente col nome dello Stato, ed è ornato da un ramo di pianta del caffè e da un altro di canna da zucchero, legati da un nastro giallo su cui sono scritti i due mesi in cui avvennero le battaglie di La Victoria (febbraio 1814) e di San Mateo (marzo 1814).


> Venezuela >                                  > indice Stati >


COJEDES
Estado Cojedes


Bandiera dello Stato di Cojedes, nel nordovest del Venezuela, adottata il 3 aprile 1997. Convenzionale il significato dei colori: il giallo-arancio, che occupa due terzi del drappo, simboleggia la ricchezza del territorio e le virtù e il coraggio degli abitanti, il nero l'attività scientifica e industriale, l'azzurro le ricchezze idriche del paese le cui sorgenti approvvigionano anche gli stati vicini Aragua e Carabobo. Il sole radiante entro il disco azzurro celebra le gesta eroiche della battaglia di Taguanes (1813); la forma acuminata dei raggi allude ai valorosi combattenti llaneros.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


CARABOBO
Estado Carabobo


1995-2006 e dal 2008


2006-2008
Bandiera dello Stato di Carabobo, sul mar dei Caraibi, fra i più piccoli del Venezuela, ma fra i più densamente abitati. I colori del drappo, rosso scuro, verde e blu, simboleggiano rispettivamente il sangue versato nella lotta per la libertà, la fertilità del territorio, e l'importanza del mare nell'economia del paese. Un sole giallo, spostato verso il battente, rappresenta la luce che sconfigge le tenebre e illumina lo sviluppo dello stato; al suo interno, in nero, figura l'"Arco del Carabobo", monumento situato nella capitale Valencia, che commemora la battaglia di Carabobo (24 giugno 1821) episodio decisivo della lotta per l'indipendenza del Venezuela. Il sole ha 47 raggi tanti quanti gli anni vissuti dal Libertador Simón Bolivar. La bandiera fu creata nel 1995; nel marzo del 2006 furono apportate alcune modifiche al disegno: il sole, ingrandito, con i raggi ondulati e di color giallo arancio; l'arco cambiato da nero a grigio: il rosso reso più scuro, l'azzurro più chiaro. Tuttavia nel dicembre 2008 è stata ripristinata la bandiera del 1995, riconfermata ufficialmente il 21 giugno 2010.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


MIRANDA
Estado Miranda


1995-2006


dal 2006
La prima bandiera del piccolo stato di Miranda, che si estende sulla costa caraibica a est della capitale, fu scelta nel 2005 per concorso tra studenti. La simbologia è naturalistica: l'azzurro rappresenta le acque del fiume Tuy e il verde la fertilità del suolo; al centro un sole sorgente con due rami fruttati di cacao mirandino, una delle migliori qualità del genere. La bandiera fu sostituita nel luglio 2006, preferendo rappresentare il retaggio storico dello Stato. La nuova infatti si ispira al vessillo tricolore ideato dal padre della patria Francisco Miranda intorno al 1800; il nero, il rosso e il giallo rappresentavano le popolazioni che lottarono unite per l'indipendenza, rispettivamente gli afroamericani, i meticci e gli amerindi. Sulla striscia centrale della bandiera moderna sono state aggiunte sei stelle bianche, che simboleggiano le sottoregioni dello Stato. Nel cantone è mantenuto il sole con i rami di cacao della bandiera precedente, con l'aggiunta del motto Libertad o Muerte.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


VARGAS
Estado Vargas

Bandiera dello Stato di Vargas, di recente costituzione, il cui esiguo territorio forma una lunga e stretta striscia sulla costa a nord della capitale. Fino alla legge istitutiva del 1999, Vargas era una municipalità compresa nel Distretto Federale; nello stesso anno fu adottata la bandiera. Essa riproduceva quasi esattamente il più antico vessillo venezuelano, disegnato nel 1797 dai patrioti Manuel Gual e José M. España. Il sole sul pannello bianco simboleggia la patria; le quattro stelle sulla striscia azzurra rappresentano le quattro province che formavano la Capitania del Venezuela sotto la corona di Spagna (Cumaná, Guayana, Maracaibo e Caracas). Le quattro strisce verticali, gialla, rossa, bianca e azzurra rappresentano i quattro principali gruppi etnici che compongono la popolazione venezuelana (europei, meticci, afroamericani e amerindi).


> Venezuela >                                  > indice Stati >