VALENCIA


1992-2009

Bandiera di Valencia, terza città del Venezuela, a ovest della capitale, introdotta nel 1992 e abolita nel 2009. Proporzioni 2/3. Colori spagnoli (in pratica è la bandiera spagnola in versione a strisce verticali), con lo stemma che si suppone concesso alla città nel corso del XVI secolo (da Carlo I o da Filippo II) e ricostruito sulla base di un disegno ritrovato nel 1804. Lo scudo, troncato, mostra la scena dell'Annunciazione e la figura di San Giovanni Battista ed è accollato a simboli ispano-austriaci: l'aquila bicipite, la corona reale di Spagna, le colonne d'Ercole col motto Plus Ultra, il collare dell'Ordine del Toson d'Oro.


dal 2009


Bandiera della città di Valencia entrata in uso il 23 dicembre 2009 in sostituzione della precedente ritenuta inappropriata per un Paese indipendente a causa dei riferimenti alla Spagna. Tricolore con stemma al centro. Proporzioni 2/3. Simbolismo convenzionale dei colori: giallo per la ricchezza generata dall'intraprendenza dei cittadini; rosso per il sangue versato nella lotta per l'indipendeza, verde per la fiduciosa speranza nel futuro. Lo scudo, interzato in pergola rovesciata, mostra nella prima partizione un nativo Tacarigua con arco e frecce, nella seconda la cattedrale della Vergine del Soccorso, in punta l'immagine del Battista con il profilo della città sullo sfondo. Lo scudo è cimato dall'arco di Carabobo, simbolo dell'indipendenza, con corona d'alloro, ornato di piante e frutti (mais, banano, arance) uniti da un cartiglio rosso con il motto "Valencia, popolo libero" e accollato alla spada di Simon Bolivar incrociata con una lancia indigena ornata di piume di pappagallo ara.


> Venezuela >                                  > indice città >


MATURÍN


Bandiera di Maturín, città situata presso il delta dell'Orinoco, introdotta il 18 novembre 2006. Stessi colori nazionali dalla simbologia tradizionale, rosso per il sangue degli eroi, giallo per la ricchezza morale e materiale dei cittadini, azzurro per le risorse idriche. Le dieci stelle gialle sulla striscia rossa rappresentano le dieci frazioni (parrocchie) municipali. Sulla striscia gialla il profilo di Maturín, un capo (cacique) degli amerindi Warao del delta dell'Orinoco, martire dei conquistatori spagnoli, da cui la città avrebbe preso il nome.


> Venezuela >                                  > indice città >


BARCELLONA
Barcelona, Nueva Barcelona




Bandiera della città di Barcellona, sulla costa del mar dei Caraibi, in uso dal 2004. Tricolore rosso-azzurro-verde con lo stemma municipale al centro. Scudo semipartito troncato; nella prima partizione sono raffigurati, sotto un cielo rosso, alcuni edifici storici della Barcellona coloniale; nella seconda, in campo verde, la ricchezza industriale (stabilimenti petrolchimici), commerciale e agricola del territorio; nella terza un paesaggio con un fiume (il Neverí), campagna coltivata e colline. Lo scudo è cimato da un sole radiante a cui si sovrappone il busto del cacique Cayaurima, capo dei nativi cumanagoti che popolavano la costa caraibica del Venezuela. Rami di caffé e di aloe affiancano lo scudo, e sui nastri che si intrecciano con i rami si leggono il motto Independencia - Libertad e alcune date storiche: 12 febbraio 1638, (fondazione della città), 27 aprile 1810 (concessione dell'autonomia amministrativa) e 5 agosto 1909 (elevazione a capitale dello stato di Anzoátegui).


> Venezuela >                                  > indice città >