NUEVA ESPARTA
Nuova Sparta, Estado Nueva Esparta


Bandiera dello Stato di Nueva Esparta, il più piccolo della federazione, formato da tre isole caraibiche (Margarita, Coche e Cubagua) situate davanti alle coste del Sucre. Adottata il 10 agosto 1998, la bandiera riflette la situazione geografica del paese: il mare azzurro, la terra verde con tre stelle per le tre isole, il caldo sole caraibico rappresentato in bianco nella metà superiore gialla del drappo.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


SUCRE
Estado Sucre


     


Bandiera dello Stato di Sucre, proteso nel mar dei Caraibi a ovest di Trinidad, introdotta il 24 novembre 1965. Drappo bianco-celeste diviso diagonalmente. Il bianco è un omaggio alla lealtà di Antonio José de Sucre, originario della capitale Cumaná, noto come el Gran Mariscal de Ayacucho essendo l'artefice della vittoria nella battaglia di Ayacucho combattuta per l'indipendenza del Perù; il celeste sta per il mare che bagna la lunga costiera del Sucre. Le stelle che figurano sul campo celeste rappresentano i comuni dello stato. Nel cantone è posto lo stemma di stato, decretato il 24 ottobre 1910. Lo scudo è semipartito troncato: nella parte superiore una cornucopia in campo rosso e una palma da cocco in campo d'oro rappresentano l'abbondanza derivante dall'attività agricola, La parte inferiore mostra una visione del mare presso la costa con un pescatore e due pesci, che esprime l'importanza del mare per l'economia dello stato. Sopra lo scudo, entro una corona d'alloro, il profilo del Gran Mariscal Sucre, talora circondato anche da una raggiera solare. Rami della pianta del caffè fruttata e di tabacco in fiore legati con un nastro d'oro completano lo stemma. Nel 2002 sono state decretate alcune modifiche alla bandiera riguardati la disposizione e il numero delle stelle, passate da undici a quindici in relazione all'istituzione di nuove municipalità.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


ANZOÁTEGUI
Estado Anzoátegui




Bandiera dello Stato di Anzoátegui, affacciato sulla costa caraibica tra gli stati Miranda e Sucre, adottata il 16 giugno 1999. Consueto significato generiico per i colori: l'azzurro del cielo, del mare e dei fiumi, il giallo del calore del sole e dell'ospitalità della gente, il verde delle ricchezze naturali. Al centro il profilo geografico dello stato e sulla striscia azzurra vicino all'asta una piccola riproduzione dello stemma di stato. Tale stemma, adottato nel 1933, è troncato. Nella parte superiore rossa è rappresentato un forte sormontato da un'aquila; trattasi della Casa Fuerte, situata nella capitale Barcelona, dove nel 1817 fu versato tanto sangue dei patrioti in lotta per l'indipendenza del Venezuela; le catene ai lati simboleggiano la fine della soggezione. La parte inferiore mostra un toro che corre libero nelle praterie. Accollati allo scudo fronde di olivo e due affusti di cannone legati con un nastro azzurro, nel complesso simbolo di pacificazione. L'aureola solare dietro lo scudo indica l'oriente del Venezuele, dove è situato lo stato.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


MONAGAS
Estado Monagas




Bandiera dello Stato di Monagas, nel nord-est del Venezuele, introdotta nel 2002. Drappo celeste, attraversato da tre strisce: blu per il patrimonio idrico, verde per l'ambiente naturalistico, nera per i giacimenti petroliferi. Nella parte superiore, sotto un arco di tredici stelle (la più grande per la capitale Maturín), figura il profilo di Juana Ramirez, detta la Avanzadora, comandante di un reparto di artiglieria femminile durante la lotta per l'indipendenza. Più sotto, il sole che rappresenta la vita, con sette raggi per gli originari dipartimenti dello stato, e con due pugnali, che ricordano altre due figure di patrioti, i fratelli José Tadeo e José Gregorio Monagas, dai quali lo stato prende il nome. Nel cantone un piccolo eseplare dello stemma. Lo scudo è diviso in due parti; in quella superiore, una falce, un covone e un rastrello, elementi sibolici dell'attività agricola; in basso un paesaggio con un grande albero e un bue al pascolo, che rappresenta l'allevamento e il patrimonio zootecnico del paese. Lo scudo è attraversato da una sbarra d'argento recante la scritta Resistio con valor, "Resistette con valore". Posti a ornamento, una testa di cavallo in cimiero, fronde di canna da zucchero, fucili con baionetta innestata e un cartiglio rosso con bordo nero caricato di una chiave d'oro, simbolo della città di Maturín, chiusa nelle fortificazioni al tempo della guerra.


> Venezuela >                                  > indice Stati >


DELTA AMACURO
Estado Delta Amacuro


Bandiera dello Stato del Delta Amacuro, di recente istituzione (1991) già Territorio Federale, ufficiale dal 14 ottobre 2004. La bandiera riflette la straordinaria ricchezza idrografica del territorio, interamente percorso dai numerossimi corsi d'acqua che costituiscono il sistema deltizio dell'Orinoco. La striscia verde centrale, più stretta delle altre, rappresenta la prateria ricca di vegetazione, tra il blu delle acque e il celeste del cialo. Il triangolo all'asta, contenente una mappa dello stato, richiama il concetto di "delta"; la fimbriazione multicolore (bianco, giallo, marrone e nero), al di là della consueta simbologia convenzionale (purezza, ricchezza, fertilità del suolo, giacimenti petroliferi) si può ricondurre alle varie etnie della popolazione locale. Infine, le quattro stelle sulla striscia celeste rappresentano gli altrettanti distretti che formano lo stato.


> Venezuela >                                  > indice Stati >