NIZHNII NOVGOROD
Regione di Nizhnii Novgorod, Nizhnegorodskaija oblast, dal 2005



Bandiera delle regione di Nizhnii Novgorod (o Nizhnegorod), ex Gorkii (dal 1932 al 1991), sul Volga. Fu approvata il 28 aprile 2005 e ratificata l'11 maggio successivo. Drappo bianco di proporzioni 2/3, con al centro lo stemma regionale completo, approvato nel settembre 1996, ma risalente, nella versione originale, al 1781. Lo scudo, uguale a quello dello stemma della omonima città capoluogo, ha il campo bianco e mostra un cervo rossastro rifinito di nero e con corna nere. Gli animali, frequenti nell'araldica classica russa, sono spesso riconducibili ad antichi culti propiziatori. Il cervo e l'orso erano caratteristici delle regioni lungo il Volga (v. anche Samara).


> Russia >                                    > indice regioni >


KIROV
Regione di Kirov, Kirovskaija oblast, dal 2003


Bandiera adottata in via definitiva il 26 giugno 2003. Proporzioni 2/3 con le strisce colorate ciascuna pari ad 1/8 del drappo. Al centro del pannello bianco è posto lo scudo tratto dall'antico stemma provinciale, la cui prima versione risale al 1781, riproposto e adottato per la regione nel 1995. La destra che emerge dalle nubi scoccando una freccia, accompagnata da una crocetta gemmata, rappresenterebbe la protezione soprannaturale sulla regione. Convenzionale la simbologia dei colori. Il bianco è l'integrità dei principi morali e le distese innevate; il verde sta per la speranza, la fertilità, le foreste; l'azzurro simboleggia la fedeltà, l'onestà e il fiume Vyatka, affluente del Volga. (Gaceta de Banderas 113, 2006).


> Russia >                                    > indice regioni >


ULYANOVSK
Regione di Ulyanovsk, Ulyanovskaija oblast, dal 2004


2004-2013



dal 2013
La prima bandiera della regione di Ulyanovsk fu approvata il 26 febbraio 2004. Di proporzioni 2/3, aveva i colori della federazione con il bianco che occupava circa i 2/3 del drappo. Simbologia di circostanza per i colori: il bianco stava per la pace e il benessere della popolazione, l'azzurro, il cui profilo ondulato ricordava il grande fiume Volga, alludeva alla bellezza del paesaggio; il rosso attestava la storia eroica della regione. Sulla striscia bianca figurava lo stemma storico completo di Simbirsk, una colonna in campo azzurro con la corona imperiale sulla sommità, simbolo della saldezza dello stato. Simbirsk era il nome originario della provincia (costituita nel 1796), cambiato in Ulyanovsk nel 1924, in onore di Lenin (Vladimir Ilic Ulyanov, 1870-1924) che vi ebbe i natali. Con legge del 26 dicembre 2013 la bandiera è stata cambiata. Ora consiste in un drappo tutto azzurro con al centro soltanto la colonna presa dallo stemma suddetto. (Gaceta de Banderas, 111, 2006 e 177, 2014).


> Russia >                                    > indice regioni >

SAMARA
Regione di Samara, Samarskaija oblast, dal 1998




Bandiera approvata il 22 settembre 1998, effettiva dal 13 ottobre successivo. Proporzioni 2/3. I colori ricordano quelli di uno storico stendardo militare sotto cui servirono, oltre ai soldati russi, anche combattenti bulgari, nella guerra contro la Turchia (1877). Al centro del drappo figura l'antico stemma provinciale risalente al 1780 e riadottato, nella grafica attuale, nel 1998 contestualmente alla bandiera. Esso rappresenta, in campo azzurro, un daino bianco ombreggiato di nero con corna gialle, lingua e occhio rosso. Il cervide, presente anche sulle armi dell'omonimo capoluogo e di altre regioni (cfr. Nizhnii Novgorod), richiama antichi culti pagani, frequenti soprattutto nella zona del medio corso del Volga. (Le Cabinet des drapeaux, 4, 2002, Gaceta de Banderas, 103, 2005).


> Russia >                                    > indice regioni >

ORENBURG
Regione di Orenburg, Orenburgskaija oblast, dal 1997




Bandiera approvata il 29 ottobre 1997, con effetto dal 17 novembre successivo. Drappo rosso di proporzioni 2/3 con al centro lo stemma regionale completo, adottato alla fine del 1996, ma risalente nei suoi elementi essenziali al XIX secolo. Lo scudo reca in campo rosso due stendardi imperiali in decusse, accompagnati da una croce ortodossa e da un crescente, entrambi d'oro, che rappresentano rispettivamente la religione ortodossa e quella islamica. In capo, una martora azzurra in campo d'argento, derivante dalle armi della provincia di Ufa, un tempo unita a Orenburg e oggi parte della repubblica della Baschiria. Come in diversi altri casi, lo scudo è ornato da fronde di quercia d'oro intrecciate con il nastro azzurro dell'Ordine di Sant'Andrea ed è sormontato dalla corona imperiale. (Gaceta de Banderas, 49, 1998 - Vexilologie, 112, 1999 - Le Cabinet des drapeaux, 6, 2001).


> Russia >                                    > indice regioni >

PERM
Regione di Perm, Permskaija oblast, 2003-2005
Territorio di Perm, Permskii kraii, dal 2005




La bandiera della regione di Perm fu approvata il 17 aprile 2003 (ufficiale dal 6 maggio successivo). Il 1° dicembre 2005, in seguito a un referendum, la regione è diventata un territorio, includendo anche il distretto autonomo dei Comi Permiacchi. Il nuovo soggetto ha continuato ad usare ufficiosamente i simboli regionali. Solo nell'aprile del 2007 tale impiego è stato reso ufficiale per legge. Proporzioni 2/3. I colori sono quelli della federazione russa. La croce bianca allude al fatto che il territorio è un crocevia di popoli diversi che cooperano in armonia. Lo scudo al centro con l'orso, il libro del vangelo e la croce simboleggia la vittoria del crstianesimo sui riti pagani che erano praticati in quelle terre. Secondo la tradizione i piccoli orsi nascono informi e vengono plasmati dalle cure dei geniitori, così come i pagani nascono alla vita con la conversione a Cristo. Tale simbolo, ripreso ufficialmente nel 1996, risale al XVII secolo e costituisce anche lo stemma e la bandiera armeggiata della città di Perm. (Vexilla Italica, 63, 2007)).


> Russia >                                    > indice regioni >

CELIABINSK
Regione di Celiabinsk, Cheliabinskaija oblast, dal 2001


Bandiera approvata il 27 dicembre 2001. Proporzioni 2/3, con la striscia gialla e quella rossa alla base ciascuna pari a 1/6 del drappo. Il cammello gravato dalla soma, presente con diverso aspetto anche sulla bandiera del capoluogo omonimo, è simbolo di longevità, pazienza, saggezza e fedeltà. Ricorda inoltre i commerci con l'oriente che si svolgevono lungo le piste desertiche dell'Asia centrale. La striscia gialla rappresenta la catena degli Urali, cerniera tra Europa e Asia. La figura è tratta dallo stemma regionale approvato insieme alla bandiera. (Gaceta de Banderas, 106, 2006).


> Russia >                                    > indice regioni >