POLONIA - Regioni

© Roberto Breschi
Bassa Slesia
Cuiavia-Pomerania
Grande Polonia
Lebus
Łódź
Lublino
Masovia
Opole
Piccola Polonia
Podlachia
Pomerania
Pomerania Occid.
Precarpazia
Santa Croce
Slesia
Varmia-Masuria

L'evoluzione delle divisioni amministrative polacche è assai complessa a causa della lunga e tormentata storia del Paese (con numerose ed estese variazioni territoriali), e delle frequenti riforme amministrative (almeno tre solo dalla seconda guerra mondiale ad oggi). L'attuale assetto di 16 regioni, o voivodati (województwa), approvato nel 1998, è entrato in vigore nel 1999.
Tutti di recente adozione, gli stemmi e le bandiere dei voivodati sono in genere ispirati al patrimonio araldico e vessillologico polacco, che vanta una solida tradizione. La Polonia infatti offre il sistema forse più antico di vessilli di territori subnazionali, vere e proprie bandiere provinciali pubbliche. Trattasi delle insegne delle 15 "terre" (ziemie) medievali in cui la Polonia era divisa, ciascuna governata un voevoda, tutte ben documentate (in particolare nelle opere di Jan Długosz).
Le bandiere regionali moderne si presentano in molti casi a strisce nei colori tratti dagli stemmi corrispondenti. Mantengono in genere le proporzioni della bandiera nazionale (5/8), ma non mancano alcune forme assai peculiari, trapezoidali (Grande Polonia, Varma-Masuria). Molte regioni hanno adottato anche una versione istituzionale della bandiera, riservata alle autorità (stendardo "cerimoniale"), che di solito, ma non sempre, consiste nella normale bandiera caricata dello stemma regionale.

Bibliografia generale - Archivio personale formato per lo più da notizie tratte dai siti web ufficiali delle singole amministrazioni regionali.

  < ritorno a Polonia <


LEBUS
Regione di Lebus, Lubusz, Województwo lubuskie





Bandiera della regione attraversata dai fiumi Oder e Varta, nella Polonia occidentale ai confini con la Germania, approvata verso la fine del 1999 e adottata il 26 giugno 2000. Proporzioni 5/8. I colori sono tratti dallo stemma adottato contestualmente, che è posto al centro della versione "di stato" della bandiera, riservata alle autorità regionali. Lo scudo, di tipo "spagnolo", è partito, con mezza aquila polacca e due stelle in campo verde. Il verde rappresenta il territorio regionale, ricco di foreste, e le stelle simboleggiano i due capoluoghi Gorzów Wielkopolski e Zielona Góra.


> Polonia >                                    > indice regioni >

POMERANIA OCCIDENTALE
Regione della Pomerania Occidentale, Województwo zachodniopomorskie






Bandiera della regione di Stettino, nell'angolo nord-occidentale della Polonia, parte della Pomerania storica, scelta per concorso alla fine del 1999 e adottata ufficialmente il 23 ottobre 2000. Proporzioni 5/8. Colori tratti dallo stemma, adottato contestualmente, che compare al centro della versione "di stato" riservata alle autorità regionali; esso mostra il grifone rosso in campo argento, noto come arma della Pomerania fin dal medioevo.


> Polonia >                                    > indice regioni >

POMERANIA
Regione della Pomerania, Pomorze, Województwo pomorskie





La regione polacca della Pomerania, che malgrado il nome rappresenta solo una parte della più vasta regione storica (precisamente la parte orientale, con il territorio di Danzica), non ha una bandiera ufficiale. Tuttavia è diffuso l'uso da data imprecisata di una bandiera gialla, armeggiata, di solito in proporzioni 2/3, recante un grifone nero, corrispondente allo stemma regionale. Tale grifone è in realtà l'antica arma della Cassubia (Kaszuby), patria del popolo slavo che per primo si sarebbe insediato in questa regione. I cassubi alzano anche un bicolore nero su giallo che evidentemente trae i colori dallo stemma.


> Polonia >                                    > indice regioni >

GRANDE POLONIA
Regione della Grande Polonia, Województwo wielkopolskie

 
Bandiera della regione della Polonia centro-occidentale corrispondente a grandi linee all'antico ducato di Poznan, cuore e nucleo originario dello stato polacco, adottata il 31 gennaio 2000. Drappo trapezoidale in proporzioni 5/11; il pannello rosso all'asta è un quadrato, per cui il trapezio bianco ha il lato superiore pari a 6/11 della lunghezza della bandiera; il lato inferiore è 3/11. L'aquila d'argento in campo rosso, con becco, zampe, rinforzi alari e anello caudale d'oro, è una rielaborazione moderna delle armi e dei sigilli di Premislao (Przemysł) II (1257-1296), duca di Poznan e re di Polonia.


> Polonia >                                    > indice regioni >

CUIAVIA-POMERANIA
Regione Cuiavia-Pomerania, Województwo kujawsko-pomorskie





Bandiera della regione lungo il medio corso della Vistola nella Polonia centrale, adottata il 10 luglio 2000. Proporzioni 5/8, con la striscia centrale doppia delle altre. I colori sono tratti dallo stemma la cui figura appare al centro della bandiera armeggiata, riservata alle autorità regionali, bianca di proporzioni 5/6 (ma quella del presidente della regione è quadrata). La mezza aquila rossa e il mezzo grifone nero (qui delineato in rosso) rappresentano le due pricipali componenti il territorio regionale.


> Polonia >                                    > indice regioni >

VARMIA-MASURIA
Regione Varmia-Masuria, Warmia Mazury, Województwo warmińsko-mazurskie


Bandiera della regione della Polonia nord-orientale, a sud della provincia russa di Kaliningrad, adottata verso la metà del 2002. Forma peculiare del drappo di proporzioni 1/2, rosso con bordo bianco largo 1/12 dell'altezza. La testa dell'aquila polacca presso l'asta è tratta dalla parte superiore dello stemma regionale, ove l'aquila appare per intero; nella parte inferiore dello stesso vi sono l'Agnus Dei della Varmia e l'aquila nera della Masuria.


> Polonia >                                    > indice regioni >