SCHWERIN


Bandiera della città di Schwerin, capitale del Meclemburgo-Pomerania Anteriore, gialla con striscia centrale azzurra su cui è riprodotta in giallo l'immagine, tratta dallo stemma, del duca Enrico il Leone a cavallo impugnante una bandiera e uno scudo su cui è raffigurato un leone. Intorno al 1160 tale personaggio concesse il titolo di città a Schwerin, che pertanto è la più antica città del Land. La figura dello stemma, d'azzurro al cavaliere d'oro, è rintracciabile su sigilli del XIII secolo, ma nello stile attuale il disegno del cavaliere è stato approvato nel 1991. Proporzioni 7/9 con la striscia centrale larga i 3/7 dell'altezza del drappo.


> Germania >                                      > indice città >


POTSDAM


Bandiera di Potsdam capitale del Brandeburgo, adottata il 7 aprile 1990. Al centro del drappo rosso-giallo lo stemma che riproduce in versione moderna l'aquila brandeburghese in campo d'oro. La città di Potsdam, possedimento dei conti di Brandeburgo fin dall'alto medioevo, si è sempre fregiata dell'aquila rossa di quella casata. Proporzioni 3/5, colori tratti dallo stemma.


> Germania >                                      > indice città >


BRANDEBURGO SULLA HAVEL
Brandenburg an der Havel
 

 


Brandeburgo, città sul fiume Havel, fu a lungo la capitale delll'omonimo principato, primo nucleo della nazione germanica, che comprendeva anche Berlino. Decaduta in seguito alle distruzioni subite durante la Guerra dei Trent'anni, la città perse definitivamente le sue prerogative nel 1715 allorché la corte si trasferì nella nuova capitale Potsdam. La bandiera della città, introdotta nel 1993, è in tre bande nei tradizionali colori dei due antichi quartieri, verde per la città vecchia (Allstadt) e azzurro per la città nuova (Neustadt), e il bianco centrale per il fiume Havel, che li divide. Anche lo stemma al centro, introdotto nel 1715, unisce le armi delle due città. Alla destra araldica quella di Allstad, con il castello dalle cuspidi verdi e le aquile del Brandeburgo e della Prussia sulle torri. Alla sinistra le armi di Neustadt, con il castello dalle cuspidi azzurre e un margravio con spada e scudo brandeburghese. Proporzioni 3/5.


> Germania >                                      > indice città >


MAGDEBURGO
Magdeburg


Bandiera di Magdeburgo, capitale della Sassonia-Anhalt, verde-rossa con lo stemma della città al centro. Tale stemma risale al XIII secolo e rappresenta una donna in vesti verdi ritta sulle mura rosse della città: è un'arma parlante, infatti Magd = "donna di casa". I colori del drappo sono presi dallo stemma. Proporzioni 3/5.


> Germania >                                      > indice città >


HALLE
Halle (Saale) = Halle an der Saale


Bandiera di Halle sulla Saale, la città più popolosa della Sassonia-Anhalt, pochi chilometri a nordovest di Lipsia. Il rosso e il bianco del drappo sono forse di origine anseatica; La simbologia dello stemma, risalente almeno al XIV secolo, è alquanto misteriosa. Una volta si credeva che le figure stellate rappresentassero critalli di sale e la falce lunare il contorno di una salina. Oggi si propende più per luna, sole e stella, con significato cosmico-religioso.


> Germania >                                      > indice città >


ERFURT


Bandiera della città di Erfurt, capitale della Turingia, in tre strisce rossa, bianca, rossa; all'asta un pannello rosso (che occupa 1/3 del drappo) su cui figura la ruota a sei raggi, simbolo molto diffuso in Germania (vedi il Principato Vescovile di Magonza e, anche per il significato, la città di Magonza). Proporzioni 1/2.


> Germania >                                      > indice città >


WEIMAR
 

 

Bandiera di Weimar, in Turingia, con i colori tedeschi in differente disposizione rispetto al tricolore nazionale. Lo stemma al centro, adottato ufficialmente nel 1975 in occasione del millenario della città, si ispira a quello medievale dei conti di Orlamünde. Weimar, nel periodo turbolento seguito alla sconfitta nella prima guerra mondiale, fu per poche settimane capitale della Germania: nel 1919 vi si riunì l'Assemblea nazionale e fu dichiarata la Repubblica che dalla città prese il nome. Soprattutto però Weimar è una delle capitali culturali tedesche. Goethe e Schiller la elessero a propria dimora, Bach e Liszt vi lavorarono. Nel 1999 fu capitale europea della cultura.


> Germania >                                      > indice città >