FRANCOFORTE
© Roberto Breschi
Sommario. Francoforte, Città libera dal 1245, acquisì grande prestigio, fino a diventar sede delle elezioni dei sovrani germanici. Fu occupata dai francesi una prima volta nel 1750 e successivamente nel 1792 e 1796. Sotto Napoleone fece parte del granducato di Franconia di cui fu la capitale. Tornata città libera con la restaurazione, fu direttamente annessa dalla Prussia nel 1866.


Libera Città di Francoforte sul Meno, Freie Stadt Frankfurt am Main, 1833-1866


Bandiera mercantile regolamentata soltanto il 5 marzo 1833 in occasione di un accordo commerciale con la Gran Bretagna. Scomparsa nel 1866 con l'annessione alla Prussia. Lo stemma di Francoforte, di rosso all'aquila d'argento, unghiata e linguata d'azzurro, imbeccata, armata e coronata d'oro, risaliva al XIV secolo ed era comune a molte città imperiali. Il bianco e il rosso della bandiera erano presi dallo stemma, ma erano anche i colori dell'Assia, regione intorno a Francoforte. Stessi colori e stesso stemma ha la bandiera civica attuale (vedi)


> FRANCONIA
> GERMANIA
> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)
Bibliografia
Archivio CISV, scheda 15/148

> Indice Europa >              >> Indice generale >>





FRANCONIA
© Roberto Breschi
Sommario. Il Granducato di Franconia o di Francoforte fu creato da Napoleone dopo un riassetto territoriale dello stato elettorale di Magonza, sotto protettorato francese già dal 1797. Nel 1813 lo stato fu smembrato tra Baviera, Assia e Reuss e Francoforte tornò città libera.


Stato Elettorale di Magonza, Kurmainz, fino al 1803
Granducato di Franconia, o di Francoforte,
Großherzogtum Franken, Ghz. Frankfurt, 1803-1813


Non esiste documentazione sulla bandiera di Magonza e del Granducato di Francoforte, ma è probabile che fosse uguale allo stemma di Magonza, rosso alla ruota d'argento di sei raggi, che risaliva al medioevo.


> GERMANIA
> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)
Bibliografia
Archivio CISV, scheda 15/39 e 15/153






COLONIA
© Roberto Breschi
Sommario. Stato elettorale ecclesiastico di notevole importanza e di ampia estensione territoriale. Ebbe origine probabilmente nel secolo X. Il principe-vescovo risiedeva a Bonn dal 1274, dopo che Colonia, ottenuto lo status di città imperiale, fu scorporata dal principato. Fu soppresso nel 1802 dai francesi, che già lo avevano occupato nel 1795.


Principato Elettorale di Colonia
Kurfürstentum Köln, Kurköln
, fino al 1802



Bandiera armeggiata riproducente lo stemma del principe vescovo attestato come tale al 1270/1285, ma già su sigilli e monete da circa il 1220.  L'origine della croce nera in campo bianco (argento) va ricercata nel carattere spirituale del principato, anzichè nella simbologia connessa con le Crociate. Abolita nel 1802. Oggi è visibile in capo allo stemma di Bonn (vedi), che fu la capitale del principato.


> GERMANIA
> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)
Bibliografia
Archivio CISV, scheda 15/39/4






TREVIRI
© Roberto Breschi
Sommario. Prima conti e poi (1257) principi elettori, gli arcivescovi di Treviri fecero dei loro domini uno stato molto potente esteso lunga la Mosella e il Reno. Il principato di Treviri, occupato dai francesi nel 1794, finì per essere soppresso nel 1802.


Principato Elettorale di Treviri
Kurfürstentum Trier, Kurtrier
, fino al 1802



Bandiera di antichissima origine, risalente almeno al secolo XIII, e uguale alle armi dei vescovi elettori. La croce trova logico significato nel carattere spirituale dello stato. I colori sono con ogni probabilità presi da vessilli rosso-bianchi ancora più antichi sotto i quali i principi-vescovi combattevano negli eserciti imperiali. Abolita nel 1802.


> GERMANIA
> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)
Bibliografia
Archivio CISV, scheda 15/39/3






VESTFALIA
© Roberto Breschi
Sommario. Il regno di Vestfalia era uno degli stati costituiti ex novo da Napoleone. Fu creato nel 1807 in seguito alla pace di Tilsit per il fratello Gerolamo riunendo Brunswick, Assia-Kassel, parte di Hannover e altre terre. Si dissolse nel 1813.


Regno di Vestfalia, Königreich Westfalen, 1807-1813


Bandiera nazionale decretata l'8 dicembre 1807 e durata fino al termine del regno di Gerolamo Bonaparte, il 26 ottobre 1813. Gli stessi colori aveva la coccarda, così come i nastri degli ordini, le cordicelle dei sigilli e gli stendardi militari.


> GERMANIA
> ANTICHI STATI TEDESCHI (Indice)
Bibliografia
Vexillinfo ,9, 1981 - Archivio CISV, scheda 15/153