WEST VIRGINIA
© Roberto Breschi
Sommario. Nel 1861 lo stato della Virginia pagò l'adesione alla Confederazione sudista, con il distacco della parte occidentale del suo territorio, i cui abitanti si opposero al decreto di secessione. Il 20 giugno 1863 la Virginia Occidentale diventò il 35° stato dell'Unione.


State of West Virginia, 1904-1929


1904-1907


1907-1929

 


1904-1907


1907-1929


Bandiera di stato introdotta nel 1904 e confermata per legge il 24 febbraio 1905. Fu creata appositamente per l'esposizione di St. Louis del 1904; infatti la mancanza di un simbolo rappresentativo dello stato alle varie manifestazioni espositive allora in gran voga aveva creato non pochi imbarazzi, anche se era stata talora utilizzata una bandiera non ufficiale, bianca con un ramo di alloro al centro e bordo blu. Il disegno subì molti ripensamenti: all'inizio lo stemma e il nome dello stato figuravano sul verso, mentre sul recto era rappresentato in grande evidenza il rododendro (Rhododendron Maximum), decretato fiore dello stato nel 1903, tuttavia il 25 febbraio 1907 fu stabilito di scambiare i due lati del drappo. Il colore della frangia fu più volte mutato da rosso a oro e viceversa e anche il nastro col nome dello stato cambiò di posto. Sostituita nel 1929. Proporzioni 9/13.


State of West Virginia, dal 1929





Bandiera di stato adottata il 7 marzo 1929 anche per ovviare alle difficoltà di fabbricazione del precedente modello. Proporzioni 10/19. Lo stemma di stato, con alcune modifiche nella forma e nei colori e soprattutto negli ornamenti, è ora riprodotto su ambedue i lati. Un agricoltore e un minatore, con gli strumenti e i prodotti del loro lavoro, affiancano una pietra con scolpita la data di ammissione dello stato all’Unione, 20 giugno 1863: a terra le armi, in segno di pace, ma anche di vigilanza, e un cartiglio con il motto Montani semper liberi, “I montanari sono sempre liberi”.


> STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag., XXXII, 4, 1917 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970 - Flag Bull., XVI:4, 1977







NORTH CAROLINA
© Roberto Breschi
Sommario. La Carolina del Nord, ufficialmente colonia britannica dal 1665, fu tra le più attive nella guerra di indipendenza. Il 21 novembre 1789 ratificò come dodicesimo stato la costituzione degli Stati Uniti. Nel 1861 fu tra gli ultimi stati a aderire alla Confederazione sudista e nel 1868 fu riammessa nell'Unione.


Republic of North Carolina, 1861 - State of North Carolina, 1861-1885



Bandiera di stato adottata il 22 giugno 1861, dopo la secessione dagli Stati Uniti , con la quale il 2 luglio la Carolina del Nord entrò nella Confederazione sudista. Mantenuta alla fine della guerra civile e sostituita nel 1885. Proporzioni 3/4. Bandiera probabilmente ispirata da quella del Texas. La stella, secondo l’uso di molti stati del sud, rappresenta l’indipendenza e lo stesso stato. Le date ricordano le due dichiarazioni di indipendenza, quella dal Regno Unito (20 maggio 1775) e quella dagli Stati Uniti (20 maggio 1861): è possibile che verso il 1865, dopo la fine della guerra civile, quest’ultima data sia stata tolta.


State of North Carolina, dal 1885



Bandiera di stato adottata il 9 marzo 1885. Proporzioni 3/4. Derivata dal modello precedente, con differente disposizione dei colori. Ha in più le iniziali dello stato, e la seconda delle due date, ora poste su cartigli, è cambiata in 12 aprile 1776 e si riferisce alle risoluzioni di Halifax per la ratifica dell’indipendenza insieme alle altre colonie.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della città principale: Charlotte

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970 - D.D. Cannon, The Flags of the Confederacy, 1988







SOUTH CAROLINA
© Roberto Breschi
Sommario. La Carolina del Sud, strettamente legata alla colonia del nord ma con organi di governo separati, aderì alla costituzione federale il 23 maggio 1788 come ottavo stato. Durante la guerra civile fu in pratica il primo stato ad aderire alla Confederazione sudista e pagò con notevoli distruzioni. Fu riammesso nell'unione nel 1868.


Republic of South Carolina, 1860-1861


Prima bandiera, probabilmente non ufficiale, usata dalla nuova repubblica secessionista tra la fine del 1860 e l’inizio del 1861. Le quindici stelle corrispondevano agli altrettanti stati contrari all’abolizione della schiavitù, rappresentando quella centrale più grande la stessa Carolina del Sud. Nel cantone i tradizionali simboli della palma e della mezzaluna.


Republic of South Carolina, 1861



Bandiera nazionale e di stato della repubblica indipendente, adottata il 26 gennaio 1861 e modificata dopo appena due giorni. Preluse alla versione definitiva ancor oggi in uso.


Republic of South Carolina, 1861 - State of South Carolina, dal 1861



Bandiera nazionale e di stato della repubblica secessionista, adottata il 28 gennaio 1861 e confermata come bandiera di stato dopo la fine della guerra civile. Proporzioni 2/3. La palma e la mezzaluna sono simboli che rimandano a episodi degli anni della rivoluzione americana. Il 13 settembre 1775 il colonnello Moultrie conquistò Fort Johnson alzando un vessillo blu con una mezzaluna nel cantone. La difesa di Charleston (28 giugno 1776) ebbe successo grazie a palizzate tenute insieme da corde fatte con fibra di palma, capaci di assorbire l’urto delle palle di cannone.


> STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970 - Flag Bull., 115, 1986 - D.D. Cannon, The Flags of the Confederacy, 1988







OHIO
© Roberto Breschi
Sommario. L'Ohio, terra degli indiani irochesi, ceduto dai britannici agli Stati Unito nel 1783 (trattato di Parigi), costutuì la prima tappa di espansione verso ovest. Sconfitti gli indiani (1794) fu organizzato in territorio a sé nel 1799, e il 1° marzo 1803 diventò il 17° stato dell'Unione.


State of Ohio, dal 1902


Bandiera di stato adottata ufficialmente il 9 maggio 1902. Drappo a forma di pennone tagliato a coda di rondine. Proporzioni 8/13. Le linee che formano triangoli ricordano le colline e le valli; le strisce, le strade e le vie d’acqua. Le stelle sono 17 perché l’Ohio fu il diciassettesimo stato dell’Unione (1803). L’iniziale “O” bianca ha un interno rosso che rappresenterebbe il frutto dell’ippocastano (buckeye), molto diffuso nella regione, tanto che nel 1953 fu scelto come albero ufficiale dello stato.



ALTRE BANDIERE

Bandiere della capitale Columbus e della città principali: Cincinnati e Cleveland
> STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







KENTUCKY
© Roberto Breschi
Sommario. La conquista del Kentuky, prima terra colonizzata oltre i monti Allegheny, fu irta di difficoltà a causa dell dura resistenza degli indiani. Dopo la guerra di indipendenza si oppose all'antrata nella federazione proclamando il suo diritto all'indipendenza, ma il 1° giugno 1792 entrò nell'Unione come 15° stato. Nel dicembre 1861 si formò un governo provvisorio favorevole alla Confederazione sudista e si rischiò una lacerazione interna, ma in pratica la secessione non avvenne.


Commonwealth of Kentucky, dal 1918





Bandiera di stato adottata ufficialmente il 26 marzo 1918, ma entrata in uso solo una decina d’anni dopo. Proporzioni 11/19, fissate, con le altre caratteristiche, solo il 14 giugno 1962. L’emblema originale risale al 1792. Allora rappresentava semplicemente due amici che si abbracciavano con intorno il motto didascalico United we stand divided we fall, “Uniti resistiamo, divisi cadiamo”. Nel tempo, il disegno ha assunto aspetto e significati diversi; quello definito nel 1962 mostra un uomo vestito di rustica pelle che simboleggia gli stati di frontiera dell’ovest. Il suo amico è invece in abbigliamento formale e rappresenta i vecchi stati orientali. Il loro abbraccio sta a significare che la forza del Paese sta nell’unione delle sue parti estreme. Rami del fiore di stato, la verga d’oro (goldenrod), adornano l’emblema.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della città principale: Louisville

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., 1-2, 1962-63 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970