RIO GRANDE DO SUL
© Roberto Breschi
Sommario. Nel 1835, l’estrema provincia meridionale del Brasile, contesa dall’Argentina, si era sollevata contro il governo imperiale. I coloni e gli allevatori (gauchos) in rivolta destituirono il presidente della provincia e proclamarono l’indipendenza della Repubblica Riograndese di Piratini. Il 25 febbraio 1845 la secessione fu riassorbita (pace di Ponche Verde). Dopo quasi mezzo secolo, nel 1889, la provincia diventò uno dei 20 stati originari della federazione, il Rio Grande do Sul, che ripresa la vecchia bandiera repubblicana.


Repubblica Riograndese di Piratini,
Piratininga, República Rio Grandense de Piratini, 1836-1845



Bandiera nazionale e mercantile, alzata per la prima volta il 6 novembre 1836, l’anno successivo alla rivolta contro il governo imperiale e alla proclamazione della Repubblica Riograndese (o di Piratini). Soppressa il 25 febbraio 1845 con lo scioglimento della repubblica.


Repubblica Riograndese di Piratini,
Piratininga, República Rio Grandense de Piratini, 1836-1845
Estado do Rio Grande do Sul, 1891-1937 e dal 1947





Bandiera di stato, decretata il 12 novembre 1836 e abolita nel 1845. Sulla striscia rossa figurava lo stemma di stato, ovale, incorniciato dalla scritta República Rio Grandense 20 de setembro de 1835 accollato a un trofeo di armi e bandiere con il motto Liberdade, Igualdade, Humanidade su un cartiglio. Nel 1891 diventò la bandiera ufficiale dello stato del Rio Grande do Sul e, con poche modifiche è rimasta in uso fino ad oggi (riconfermata il 5 gennaio 1966), tranne che nel periodo 1937-1947, quando furono aboliti tutti i simboli locali.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale Porto Alegre


> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
C. Ribeiro, Brazões e bandeiras do Brasil, 1933 - Vexillinfo, 102, 1988 - Flagscan, 55, 1999 - Archivio CISV, schedario generale







PARANÁ
© Roberto Breschi
Sommario. La provincia del Paraná, che prese il nome dal largo fiume che segna il confine con Paraguay e Argentina, fu creata il 29 agosto 1853 per disposizione del sovrano Pedro II. Diventò uno stato nel 1889.


Estado do Paraná, 1892-1905


Bandiera di stato adottata il 9 gennaio 1892, in vigore fino al 23 marzo 1905. Sul globo celeste, il motto nazionale “ordine e progresso” entro due paralleli bianchi; perpendicolarmente ad essi, un meridiano, rappresentante la linea dello zodiaco, divide la sfera in settori. In alto a sinistra figura un berretto frigio rosso; in basso a sinistra una delle stelle della Croce del Sud e a destra le altre quattro. Rami di erba mate (Ilex paraguariensis) verso l’asta e di araucaria (Araucaria augustifolia) verso il battente circondano l'emisfero meridionale.


Estado do Paraná, 1905-1923


Bandiera di stato adottata il 24 marzo 1905 e soppressa senza sostituzione con legge del 15 marzo 1923. Cambia il disegno della banda bianca che si presenta ad arco (rappresenterebbe il fiume Paranà). Anche il simbolo centrale risulta modificato: il globo celeste, inclinato, mostra la costellazione della Croce del Sud divisa da una fascia equatoriale bianca con il nome dello stato.


Estado do Paraná, dal 1947



1947-1990 e dal 2002


1990-2002
Bandiera di stato ripristinata il 3 maggio 1947 e attualmente in uso. Differisce dalla versione soppressa nel 1923 per la banda trasversale tornata rettilinea. Immutato l’emblema, del quale tuttavia, nel settembre 1990, apparve una variante, con il globo senza il nome dello stato, i rami di mate e di araucaria leggermente diversi e la Croce del Sud nella posizione in cui appariva il 29 agosto 1853, data dell’istituzione della provincia, disposta dal sovrano Pedro II. Il 27 maggio 2002 si tornò al precedente modello.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale Curitiba

> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
C. Ribeiro, Brazões e bandeiras do Brasil, 1933 - Vexillinfo, 51,1984 - Archivio CISV, schedario generale - Internet







SAN PAOLO
© Roberto Breschi
Sommario. Lo stato di San Paolo è il più popoloso del Brasile, così come l'omonima capitale, fondata dai missionari gesuiti nel 1554, è la più grande città brasiliana. Fu teatro di imoportanti avvenimenti nella storia della nazione e nel 1822 vi fu dichiarata l'indipendenza del Brasile dal Portogallo. Nel 1932 vi scoppiò la "rivoluzione costituzionalista" contro il dittatore Getúlio Vargas, domata a fatica.


Stato di San Paolo, Estado do São Paolo, dal 1889



1889-c. 1932


1932 e dal 1946
Bandiera disegnata da Júlio Ribeiro nel 1888, come proposta di bandiera nazionale brasiliana (per questo figura nel cantone il profilo geografico dell’intero Brasile). Il progetto non fu approvato, ma il giorno della proclamazione della repubblica brasiliana (15 novembre 1889) fu ugualmente alzata sulla sede del governo provinciale di San Paolo. Negli anni successivi fu usata sporadicamente nello stato paulista di solito nella versione originale con 15 strisce. Nel 1932 durante la rivoluzione costituzionalista tornò alla ribalta: aveva solo 13 strisce e diventò rapidamente popolare, anche grazie alla composizione poetica di G. de Almeida Nossa Bandeira, del 1934, poi diventato inno dello stato. Tuttavia solo il 27 novembre 1946 fu reintrodotta per decreto, ratificata dalla costituzione del 9 luglio 1947 e finalmente adottata ufficialmente per legge il 3 settembre 1948. Proporzioni 2/3, tredici strisce col cantone esteso su cinque di esse. I colori principali simboleggiano le etnie presenti nello stato: europei (bianco), africani (nero) e nativi (rosso). Le stelle alludono alla Croce del Sud.



ALTRE BANDIERE

Capitale: San Paolo
Città principali: Guarulhos, Campinas, Osasco, Santo André, São Bernardo

> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
C. Ribeiro, Brazões e bandeiras do Brasil, 1933 - Archivio CISV, schedario generale - Opere a carattere generale







MINAS GERAIS
© Roberto Breschi
Sommario. La capitanía delle Minas Gerais (Miniere Generali), istituita nel 1720, acquistò grande importanza per la scoperta dei giacimenti auriferi, divenendo anche teatro di rivolte dei minatori (inconfidentes mineros, 1789) di cui resta traccia sulla bandiera. Trasformata in provincia nel 1822 diventò stato nel 1889.


Stato delle Miniere Generali, Estado de Minas Gerais, dal 1962


Bandiera di stato, introdotta il 27 novembre 1962, ufficiale dall’8 gennaio 1963, ma già in uso dal 1930 circa. Proporzioni 7/10. Il triangolo, simbolo della Trinità, con la frase Libertas quae sera tamen (“la libertà, anche tardi, ma verrà”), tratta dalle Egloghe di Virgilio, ricorda l’emblema che guidò la rivolta dei minatori (inconfidentes mineros) del 1789; allora il triangolo era verde e portava lo stesso motto.
 


ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale Belo Horizonte

> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
C. Ribeiro, Brazões e bandeiras do Brasil, 1933 - Archivio CISV, schedario generale - Opere a carattere generale







GOIÁS
© Roberto Breschi
Sommario. Goias è uno stato dell'interno a sudovest di Bahia. Nel 1989 ha oeduto quasi metà del suo territorio a favore del nuovo stato del Tocantins.


Estado de Goiás, 1919-1937 e dal 1946



Bandiera di stato adottata il 30 luglio 1919; abolita nel 1937 e ripristinata nel 1946. Proporzioni 7/10. Colori nazionali brasiliani; il disegno deriva dalla prima bandiera repubblicana del Brasile, a sua volta ispirata a quella degli Stati Uniti. Le cinque stelle del cantone, con quella centrale più piccola delle altre, alludono alla Croce del Sud. Gli stati di Piauí e Sergipe hanno bandiere simili, anch’esse introdotte intorno al 1920.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale Goiânia

> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
C. Ribeiro, Brazões e bandeiras do Brasil, 1933 - Flag Bull., XII:4, 1973







MATO GROSSO
© Roberto Breschi
Sommario. Il Mato Grosso, ovvero la “Grande Foresta” fu provincia interna dell’impero fin dall’indipendenza del Brasile (1822) e stato federato dal 1889. Un tempo era lo stato più esteso dopo l’Amazonas ma fu superato dal Pará in seguito al distacco nel 1943 del territorio del Guaporé e alla formazione nel 1979 del nuovo stato del Mato Grosso do Sul.


Estado do Mato Grosso, 1890-1929 e dal 1947



Bandiera di stato adottata il 31 gennaio 1890. Soppressa l’8 ottobre 1929, fu ufficialmente ripristinata l’11 luglio 1947. Proporzioni 7/10. I colori e il disegno ricordano la bandiera nazionale brasiliana. La grande stella al centro rappresenta lo stato stesso. È una delle bandiere più antiche fra quelle degli stati brasiliani.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale Cuiabá

> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
C. Ribeiro, Brazões e bandeiras do Brasil, 1933 - Archivio CISV, schedario generale - Opere a carattere generale







MATO GROSSO DO SUL
© Roberto Breschi
Sommario. Il Mato Grosso do Sul, è uno stato dell’interno creato nel 1979 sui territori meridionali del Mato Grosso delimitati dai fiumi Paraguay e Paraná.


Estado do Mato Grosso do Sul, dal 1979



Bandiera alzata il 1° gennaio 1979, lo stesso giorno della nascita ufficiale del nuovo stato. Proporzioni 7/10. Colori nazionali brasiliani reinterpretati localmente: la stella d’oro simboleggia il lavoro e brilla nell’azzurro della speranza; la striscia bianca rappresenta l’unità degli intenti e l’amicizia tra i popoli; il triangolo verde allude alla rigogliosa natura (mato grosso, grande foresta).



ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale Campo Grande

> STATI BRASILIANI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., XVIII:4, 1979 - Flagmaster, 29, 1980