AQUITANIA
Aquitaine, fino al 2015

 
Bandiera dell'Aquitania, compresa dal 1° gennaio 2016 nella regione Nuova Aquitania insiemw al Limosino e al Poitou-Charentes. La bandiera, non ufficiale, rimanda alle armi e al vessillo rosso con il leopardo d'oro con lingua e artigli azzurri attribuito alla provincia dell'Aquitania sotto la dominazione inglese durante la guerra dei cent'anni (1337-1453), come segno di legittimazione della conquista britannica. (Sito web Société Vexillologique de l'Ouest, T.Gilabert)


> Francia >                                    > indice regioni >

LIMOSINO
Limousin, fino al 2015


Bandiera del Limosino, regione incorporata dal 1° gennaio 2016 nel nuovo raggruppamento regionale della Nuova Aquitania insieme all'Aquitania e al Poitou-Charentes. Bandiera armeggiata riproducente le armi di Guido VII visconte di Limoges dal 1317 al 1331, un ermellino bordato di rosso. Guido aveva ereditato l'ermellino dal padre Arturo II di Bretagna. (Franciae Vexilla, 52 e 54, 1997 - Internet)


> Francia >                                    > indice regioni >

POITOU-CHARENTES
  fino al 2015





Bandiera della regione Poitou-Charentes, dal 1° gennaio 2016 confluita con il Limosino e l'Aquitania nella nuova regione della Nuova Aquitania. La bandiera non era ufficiale, ma era usata talvolta anche da istituzioni regionali. I cinque castelli d'oro in campo rosso sono presi dalla partitura materna del blasone di Alfonso di Poitiers (1220-1271), figlio del re di Francia Luigi VIII e di Bianca di Castiglia, morto presso Tarquinia di ritorno dalle Crociate. Il Consiglio regionale ha impiegato una serie di almeno cinque logotipi. Una bandiera alternativa, che ha avuto discreto seguito, talvolta oscurando la precedente, è stata elaborata dalla Società vessillologica dell’Ovest. Essa è caratterizzata da un leone rosso, che nel medioevo era presente sulle armi di molti feudi della regione. I colori del drappo si riferiscono alle caratteristiche geologiche locali, bianco per il calcare, nero per il granito. Proporzioni 1/2. (Franciae Vexilla, 55, 1998 e 65, 2000 - Thierry Gilabert, "Le Drapeau Poitevin", Bulletin SVO, 1999 - Internet)


> Francia >                                    > indice regioni >

LINGUADOCA-ROSSIGLIONE
Région Languedoc-Roussillon, fino al 2015


Bandiera della regione Linguadoca-Rossiglione, confluita nel nuovo soggetto amministrativo dell'Occitania insieme al Midi-Pyrenées. Drappo rosso con un emblema formato dalla croce di Tolosa (v. Sud-Pirenei) e dai pali rossi in campo d'oro di Aragona. La casa di Aragona dominò parte del territorio regionale fino alla metà del XIV secolo. La bandiera non era ufficiale. (Internet, Vagnat)


> Francia >                                    > indice regioni >

SUD-PIRENEI
Région Midi-Pyrénées, fino al 2015


Bandiera della regione del Sud-Pirenei, confluita il 1° gennaio 2016 con la Linguadoca-Rossiglione nella nuova regione dell'Occitania. Drappo rosso con la croce di Tolosa. Questa croce risalirebbe al conte Raimomdo IV di Tolosa (1071), ma la sua origine e il suo significato sono dibattuti. Secondo alcuni sarebbe apparsa in Provenza già prima dell'anno 1000. Oggi la croce è simbolo identitario di una vasta area culturale che va dai Pirenei alle valli piemontesi, dove si parlano dialetti occitani. La bandiera è probabiilmente destinata a rappresentare la nuova regione dell'Occitania. ( Emblèmes et pavillons, 12, 1987 - Internet)


> Francia >                                    > indice regioni >