SARATOV


1997


dal 1997
La prima bandiera di Saratov, città della Russia europea meridionale sulla riva destra del medio corso del Volga, fu approvata nelle linee generali il 5 febbraio 1997 e poi precisata il 28 maggio successivo. In proporzioni 2/3, era in tre strisce orizzontali bianca, turchese e rossa, la prima, recante le armi della città al centro, larga il doppio delle altre. Lo stemma riprendeva quello disegnato nel 1725 (ufficiale dal 1781), con tre storioni d'argento disposti a Y in campo azzurro. La bandiera ebbe vita breve, perché il 5 dicembre 1997 ne fu alzata una nuova, approvata il mese precedente, bianca con alla base una strisca azzurra pari a 1/3 del drappo. Nel campo bianco, lo scudo leggermente modificato, con lo storione in basso volgente il dorso verso il battente anziché verso l'asta (v. gli analoghi stemmi dell'omonimo oblast).


> Russia >                                    > indice città >


VOLGOGRAD
Volgogrado


I simboli della città di Volgograd, già Stalingrado, sul breve canale di collegamento tra il Volga e il Don, furono approvati il 31 marzo 1999. La bandiera è rossa con le armi della città al centro. Proporzioni 2/3. Lo scudo, che ricorda lo stile araldico sovietico, mostra un ingranaggio e spighe di grano d'oro in campo azzurro, simboli dell'industria e dell'agricoltura; nella parte superiore una merlatura rossa con il nastro e la stella di "città eroica", conferiti per la strenua resistenza ai nazisti.


> Russia >                                    > indice città >


ASTRAHAN


Bandiera dell'antica città di Astrahan, fondata dall'Orda d'Oro, situata sul delta del Volga. Adottata il 2 dicembre 1997 e confermata il 21 aprile 1998. Proporzioni 2/3. Le strisce ondulate azzurre simboleggiano le acque del Volga; l'emblema centrale, una scimitarra e una corona imperiale, è uguale a quello che figura sulla bandiera dell'omonimo oblast.


> Russia >                                    > indice città >


ROSTOV SUL DON
Rostov-na-Donu


Bandiera della città di Rostov sul Don, situata presso la foce del fiume. Introdotta il 3 dicembre 1996, è divisa in azzurro e rosso, così come lo scudo che figura al centro. Quest'ultimo, approvato insieme alla bandiera, riprende le armi concesse alla città dallo zar Alessandro I nel 1811. In campo azzurro è rappresentata una torre d'argento sulla quale è issata la bandiera da guerra della Russia, che ricorda la fortezza di San Demetrio, costruita sulle rive del Don in difesa dei confini meridionali dell'impero. Le armi e la maglia metallica in campo rosso alludono alle spoglie sottratte al nemico. Proporzioni 2/3.


> Russia >                                    > indice città >


KRASNODAR


2003-2006


La prima bandiera di Krasnodar, città sul fiume Kuban, presso le prime alture caucasiche nord-occidentali, fu approvata il 23 settembre 2003. Proporzioni 2/3. Inquartata in decusse, aveva i medesimi colori della bandiera del territorio omonimo, per i cosacchi (color lampone), i russi (azzurro) e i circassi (verde). In centro le armi della città, nei toni del giallo oro: scudo incorniciato da una bordura di stelle a sei punte, inquartato: nel 1° e nel 4° un tratto di mura merlate sormontate dall'aquila bicipite con in petto uno scudetto con il monogramma della zarina Caterina II, dalla quale la città prendeva l'antico nome di Ekaterinodar = "dono di Caterina"); nel 2° e nel 3° una mazza cosacca e bandiere recanti, nel 2°, i monogrammi di Caterina II e di Paolo I, e, nel 3°, di Alessandro I e Nicola I. Sul tutto uno scudetto con il monogramma di Caterina e la data della fondazione della città, 1794.


dal 2006

L'attuale bandiera di Krasnodar fu stabilita il 13 luglio 2006 in sostituzione della precedente. È un drappo bicolore bianco su giallo (prop. 2/3), al centro del quale figura una fortificazione merlata rossa accollata a uno scudetto rosso con il monogramma in oro di Caterina II e sormontato dall'aquila bicipite, emblema nazionale della Russia.


> Russia >                                    > indice città >