AMADORA


Bandiera di Amadora, un tempo piccolo villagiio a ovest di Lisbona, oggi importante città contigua alla capitale. Otto gheroni nei colori bianco e verde, simboli dell'amena e salubre campagna corcostante. Stemma al centro, che può anche essere omesso. La bandiera è stata introdotta dopo che Amadora è stata elevata al rango di città nel 1979. Proporzioni 2/3.





Bandiera da parata di Amadora. Lo stemma, introdotto nella versione attuale dopo il 1979 e ufficiale dal 15 febbraio 1985, è verde attraversato da una costruzione con tre arcate che rappresenta un tratto del monumentale acquedotto settecentesco delle Águas Livres, costruito per approvvigionare Lisbona. In basso, un melograno fruttato che espande i suoi rami, simbolo del forte sviluppo che la città ha avuto nel XX secolo. In alto, un'elica e una manica a vento ricordano che Amadora è sede dello Stato Maggiore dell'Areonautica portoghese.


> Portogallo >                                    > indice città >


ALMADA


1936-1973


dal 1973
Bandiera della città di Almada che sorge sulla sponda sinistra dell'estuario del Tago di fronte a Lisbona, Prima che Almada fosse elevata a città nel 1973, la bandiera era gialla, monocromatica come spettava ai comuni di minore importanza. Dopo il 1973 divenne gheronata nei colori giallo e azzurro, con o senza lo stemma al centro. La vecchia bandiera aveva sempre lo stemma, non essendo previsti dalla legge drappi monocromatici puliti. Proporzioni 2/3.


1936-1973

dal 1973


Bandiere da parata (stendardo) di Almada. L'attuale stemma municipale, con cinque torri visibili sulla corona murale e il nastro con la scritta Cidade de Almada, risale al 21 giugno 1973, quando Almada fu elevata a città; è posto sul consueto drappo quadrato gheronato di otto pezzi in giallo e in azzurro. In precedenza, dal 25 maggio 1935, portava la corona murale di quattro torri, la scritta Vila de Almada ed era posto su un drappo giallo. Sullo scudo è raffigurato il castello di Almada, costruito su un promontorio alla foce del Tago a difesa dai mori. Sulla torre centrale è posta la croce dell'Ordine di Santiago a cui appartenne il castello per privilegio dei re Sancio I, Alfonso il Grasso e Alfonso III, ai quali sono dedicati gli scudetti azzurri bisantati d'argento sulle torri laterali.


> Portogallo >                                    > indice città >


SETÚBAL


Bandiera di Setúbal, città costiera, circa 40 chilometri a sud di Lisbona. Otto gheroni nei colori bianco e porpora, simboli di regalità e purezza. Al centro lo stemma che può anche essere omesso.  Proporzioni 2/3.





Bandiera da parata di Setúbal. Lo stemma, in uso dal 1922, è azzurro con un castello d'argento che sorge da onde bianche e verdi su cui galleggiano due barche affrontate con la vela ammainata. Tra le onde guizzano tre pesci d'argendo. Il capo dello scudo è d'oro con una conchiglia affiancata da due croci dell'Ordine di Santiago, il tutto di porpora. I pesci e le barche alludono alla secolare attività della pesca, che alimenta l'industria conserviera, una delle principali risorse cittadine. Le croci e la conchiglia (un "pettine", Pecten jacobaeus) richiamano i pellegrinaggi diretti a Santiago di Compostella, e anche l'Ordine militare di Santiago de Espada, che aveva una sede locale e gestiva vaste aree limitrofe. La fortezza rappresenta l'Alcácer do Sal, antichissimo approdo di Fenici e Iberi in cerca di sale, oggi comune separato sul cui stemma figura lo stesso castello.


> Portogallo >                                    > indice città >