BYDGOSZCZ
Bromberga, Bromberg


sec. XIX



sec. XX - in uso
Nel secolo XIX, la bandiera di Bydgoszcz, città della Polonia centro-settentrionale nota anche come Bromberga, era rosso-bianca, con o senza lo stemma al centro, dal quale traeva i colori. Nel XX secolo gli smalti dello stemma cambiarono e il cambiamento si rifletté sulla bandiera (verso il 1920) con l'aggiunta dell'azzurro. La sequenza dei tre colori, piuttosto variabile, è stata fissata in bianco-rosso-azzurro negli anni '90. Lo stemma, la cui prima descrizione risale al 1362, rappresenta il castello della porta cittadina (semiaperta, come sullo stemma della vicina Torun) con tre torricelle; nel XIX secolo il castello era bianco in campo rosso; nel XX secolo diventò rosso in campo bianco con le ante della porta e i tetti delle torricelle d'azzurro. (Flag Bull., 6, 1-2, 1967 - Flaga 18, 2001)


> Polonia >                                    > indice città >


TORUN
Turonia, Toruń



sec. XIX
Bandiera di Torun (Turonia), città natale di Copernico nel centro-nord della Polonia sulla Vistola, in uso nel XIX secolo. I colori sono tratti da un antico stendardo armeggiato che riproduceva le prime armi cittadine, un castello con tre torri rosso in campo d'argento. (Flag Bull., 6, 1-2, 1967)

      

Bandiera di Torun prevista dallo statuto cittadino del 15 aprile 1999, bianca e azzurra. I colori sono tratti dall'angelo che, sullo stemma civico, sorregge le armi della città considerate le più antiche della Polonia, un castello rosso con tre torri e la porta semiaperta in campo d'argento. Il caratteristico angelo con la chiave fu aggiunto successivamente dopo la guerra polacco-teutonica (1454-1466) e simboleggia la protezione sulla città durante tale conflitto. Il tutto ha subito nel tempo molte trasformazioni, l'ultima nel 1936. (Statuto 1999 - Fotografie - Internet)


> Polonia >                                    > indice città >


DANZICA
Gdańsk, Danzig



L'attuale bandiera civica di Danzica è in pratica quella già descritta per la Città Libera (vedi). Si notano piccole differenze nel disegno della corona, ora con cinque fioroni visibili, sulla quale non si sovrappone l'estremità superiore della croce. Proporzioni 3/4. (R. Klimeš, Freie Stadt Danzig. Flaggen, Wappen, Siegel, 1997 - Archivio CISV, scheda 15/37)


> Polonia >                                    > indice città >


GDYNIA


Bandiera di Gdynia, città portuale sul golfo di Danzica, istituita dal Consiglio comunale il 20 aprile 1994, bianca e turchese. Sul campo bianco, che occupa 2/3 del drappo e simboleggia il cielo, è posto lo stemma della città, di rosso con una spada d'argento che trafigge due pesci d'oro. Esso fu introdotto nel giugno 1946 e ritoccato nella forma attuale il 12 dicembre 1979; esprime la volontà dei cittadini di difendere il mare e l'attività della pesca. La striscia turchese, interrotta in alto da una linea bianca, rappresenta il mare e la spuma delle onde. Proporzioni 3/5.


> Polonia >                                    > indice città >


OLSZTYN


c. 1933-1939



1939-1945
Bandiere di Allenstein, nome tedesco di Olsztyn, città della Polonia nord-orientale, un tempo appartenemte alla Prussia e poi alla Germania. Fino al 1939 la bandiera della città era nero-bianco-rossa. Tali colori non avevano nulla a che fare con i vecchi colori imperiali, ma dal XIX secolo erano quelli del capitolo della cattedrale, passati ufficialmente alla città nel 1933-34. Nel 1939 fu modificato lo stemma civico (fu eliminata la figura del patrono San Giacomo che del resto era assente anche sugli antichi sigilli capitolari) e mutò anche la bandiera, bianca con sottili bordi, nero in alto e rosso in basso (c'era anche una versione con ambedue i bordi neri), e il nuovo stemma al centro. Fu in uso fino al 1945.


dal 2003

Bandiera di Olsztyn, disegnata nel 2003 da Jacek Skorupski, della Sociatà Polacca di Vessillologia, Azzurra con la conchiglia del pellegrino (Pecten jacobaeus) gialla.e una striscia ondulata in basso. La bandiera è ispirata allo stemma adottato nel 1982, azzurro con la figura di San Giacomo d'argento con bastone e conchiglia d'oro, presente già su sigilli del XIV secolo. La striscia ondulata allude ai molti laghi vicini alla città e al fiume Łyna che l'attraversa. Proporzioni 5/8. Benché diffusa non risulta che sia stata ufficialmente riconosciuta. (E. Günther, Wappen und Flaggen in Ostpreueßen, ICV 22, Berlino 2017)


> Polonia >                                    > indice città >


POZNAN
Poznań





Bandiera di Poznan, capoluogo della Grande Polonia, sulla Varta. Introdotta verso la fine del secolo scorso, era azzurra e recava lo stemma della città, staccato dal fondo da un bordo d'oro. Però nel 1997 il colore del drappo (prop. 5/8) fu mutato in bianco. La bandiera è confermata dagli statuti cittadini del 18 febbraio 2003 e del 9 novembre 2010. Lo stemma, definito nella forma attuale nel 1997, è già presente in un documento datato 1° maggio 1344. Rappresenta il castello della porta cittadina con le figure dei santi patroni Pietro e Paolo e le chiavi della città, sormontato dallo scudetto con l'aquila di Premislao (1257-1296), duca di Poznan e re di Polonia. Ai lati un crescente e una stella, di significato incerto. Lo scudo è coronato, in ricordo del rango di antica capitale. (Statuti cittadini, 1997, 2003 e 2010)


> Polonia >                                    > indice città >


STETTINO
Szczecin


1577 - sec. XVII


1695 - c. 1990


dal 1996
La più antica bandiera della città di Stettino, importante porto anseatico sulla foce dell'Oder, risale al 1577; era in sei strisce rosse e azzurre e traeva i colori dallo stemma. Nel corso del sec. XVII la bandiera diventò bianco-azzurra in due strisce, ma nel 1695 fu introdotto il bicolore anseatico bianco-rosso, recante sulle due strisce due quartieri, di solito spostati verso l'asta, a colori invertiti. Esso è stato la bandiera della città fino agli anni '90 del secolo scorso, quando si decise di ripristinare l'antico vessillo a strisce, sancito poi dallo statuto cittadino del 2 dicembre 1996. Il drappo ha proporzioni 1/2 e reca, spostato verso l'asta, lo stemma, d'azzurro, alla testa di grifone rosso imbeccato e coronato d'oro. Tale stemma risale al 1360 e deriva da quello dei duchi di Pomerania, di cui Stettino fu la capitale. (Archivio CISV, scheda 15/36 - Statuto cittadino 1996 - Flaga 18, 2001)


> Polonia >                                > indice città >