ŁÓDŹ




Bandiera della città di Łódź, al centro del paese, che contende a Cracovia il secondo posto tra le città polacche per numero di abitanti. Decretata il 5 giugno 1936, abolita con l'occupazione tedesca e ristabilita ufficialmente il 4 settembre 1996. Proporzioni 5/8. I colori sono tratti dallo stemma, che può o meno essere presente al centro del drappo. Esso rappresenta una barca provvista di un remo, d'oro in campo rosso. La sua prima rappresentazione è del 1535, ma risalirebbe alla metà del XV secolo. È un'arma parlante (łódź = "barca").



La bandiera di Łódź esiste anche in forma di stendardo. Il drappo è quadrato e reca al centro lo stemma accompagnato da due motti ricamati in bianco-argento. Nel campo giallo si legge in polacco Miasto Łódź, "città di Łódź" e nel campo rosso in latino Ex navicula navis, "da una barchetta una nave" che attesta come da un piccolo villaggio si sia sviluppata una grande città. (Flaga, 7, 2000 - Fotografie)
.


> Polonia >                                    > indice città >


CZĘSTOCHOWA


Bandiera di Czestochowa, nella Slesia, "capitale spirituale" della Polonia (è la città dei pellegrinaggi alla Madonna Nera), deliberata il 25 giugno 1992. I colori sono presi dallo stemma. Proporzioni 5/8 con la striscia centrale giallo-oro larga 1/9 dell'altezza del drappo. (Flaga, 12, 2000)
 


> Polonia >                                    > indice città >


KATOWICE


Bandiera della città di Katowice, centro minerario e industriale della Polonia meridionale, adottata il 16 marzo 1998. Proporzioni 5/8. L'azzurro e il giallo sono tratti dallo stemma e sono anche quelli della Slesia. Lo stemma fu approvato il 17 dicembre 1936, ma era noto dall'inizio del XIX secolo. Vi è rappresentato un maglio ad acqua, allusivo alle tradizioni industriali della città. (Flaga 23-24, 2002 - Katalog Weksyliów Samorz., 9, 2012)
 


> Polonia >                                    > indice città >


SOSNOWIEC


Bandiera di Sosnowiec, centro industriale della Slesia vicinissimo a Katowice, introdotta il 6 marzo 1997. Drappo bianco con una "Y" coricata azzurra. Il particolare disegno rappresenta il punto di confluenza dei fiumi Przemsza Bianca e Przemsza Nera tributari della Vistola. Il luogo, vicino alla città, è noto come "angolo dei tre imperatori" perché.negli anni della spartizione della Polonia (1871-1918) segnava un triplice punto di frontiera tra gli imperi Audtro-Ungarico, Germanico e Russo. (Flaga 6, 1999)
 


> Polonia >                                    > indice città >


BRESLAVIA
Wrocław







Bandiera della città della Slesia, sul fiume Oder, introdotta con lo statuto cittadino del 17 maggio 1996. Proporzioni 5/8. I colori sono tratti dallo stemma che può essere anche presente al centro del drappo. Il complesso stemma fu concesso alla città dall'imperatore Ferdinando I nel 1530. Più volte rimaneggiato, è stato riportato alla versione originale nel 1990. Inquartato, nel 1° quarto c'è il leone d'argento in campo rosso di Boemia (a cui la città appartenne nel XIV secolo), nel 2° l'aquila di Slesia, nel 3° l'iniziale di Wratislavia, nome latino della città, nel 4° San Giovanni Evangelista e nel tondo centrale la testa di San Giovanni Battista, patrono di Breslavia. (Statuto cittadino 1996 e 2004)


> Polonia >                                > indice città >