MONTENEGRO
© Roberto Breschi
Sommario. Il Montenegro era un principato indipendente già nel IX secolo; nel 1215 divenne vassallo della Serbia e nel 1421 fu sottomesso da Venezia. Nel 1499 i turchi estesero la loro influenza anche sul Montenegro ma non riuscirono mai ad assoggettarlo completamente; la popolazione infatti, ritiratasi all’interno, protetta dall’asperità del territorio, si governò sempre autonomamente. Nel 1878  fu riconosciuta sul piano internazionale la piena indipendenza del principato. Assorbito nel regno jugoslavo nel 1918, diventò dopo la seconda guerra mondiale una delle repubbliche della federazione jugoslava, ridotta nel 1991 solo a Serbia e Montenegro. Nel maggio 2006 il Montenegro ha deciso con referendum il distacco dalla Serbia.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, 1878-c. 1880


Prima bandiera mercantile dopo il riconoscimento dell'indipendenza (3 marzo 1878). sostituita verso il 1880. Si è ipotizzato che la croce rossa (qui molto sottile) in campo bianco potrebbe essere collegata alla croce di San Giorgio inglese, in ricordo dell'aiuto ricevuto dalle navi britanniche nella conquista di Cattaro nel 1814.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, 1880



Bandiera marittima apparsa al principio del 1880 e sostituita verso la fine dello stesso anno perché troppo simile a quella austriaca. I colori erano presi dallo stendardo del principe, che comprendeva un'aquila d'argento in campo rosso. Benché la croce patente con in cuore le iniziali H.I. per Nicola I (in cirillico H=N) contraddistinguesse l'insegna dell'esercito (v. più avanti), in questo caso la bandiera non era da guerra, bensì mercantile. In effetti in quel periodo il Montenegro non poteva, per trattato, disporre di navi da guerra e la difesa delle sue coste era affidata all'Austria-Ungheria.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, 1880-1881


Bandiera mercantile introdotta verso la fine del 1880 forse a titolo sperimentale, in vista dell'adozione della versione definitiva avvenuta nel 1881. Fu la prima bandiera con i colori nazionali, apparsi già nel 1860 sul nastro dell'Ordine della Casa Principesca. Erano i colori panslavi, disposti come sulla bandiera serba.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, 1881-1910
Regno del Montenegro, Kraljevina Crna Gora, 1910-1916






Bandiera di prevalente impiego mercantile stabilita nel 1881 e durata fino ai primi mesi del 1916, quando le truppe imperiali occuparono il paese. Non cambiò nel 1910 allorché il paese diventò un regno. Colori panslavi, tuttavia il rosso (attestazioni del 1883 e del 1895-97) aveva una decisa tonalità rosacea, così come il campo dello stendardo principesco. Dopo il 1900 il rosso appare prevalentemente scarlatto e la corona sopra le iniziali di Nicola I assume un disegno diverso. Proporzioni 2/3.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, 1882 (c. 1861)-1910



Stendardo principesco, con funzioni anche di bandiera di stato, adottato probabilmente nel 1861, ma attestato solo vent'anni dopo. Verso il 1900 fu affiancato e progressivamente sostituito da un nuovo modello; abolito in via definitiva nel 1910. Proporzioni circa 2/3. Il motivo per cui l'aquila - simbolo di derivazione bizantina - fu unita al leone passante, resta oscuro; è certo comunque che le due figure comparivano già sul sigillo del metropolita Pietro I, come risulta da un passaporto del 1816.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, c. 1900-1910
Regno del Montenegro, Kraljevina Crna Gora, 1910-1916



Stendardo principesco alternativo, impiegato anche come bandiera di stato, introdotto verso il 1900 senza che fosse abolito quello in uso. Quando Nicola assunse il titolo di re (28 agosto 1910) restò in vigore come bandiera di stato e da guerra. Fu invece adottato un nuovo modello di stendardo reale (di disegno simile: aveva sulla striscia bianca le iniziali HI al posto del leone passante rivoltato). La bandiera durò fino alla perdita dell'indipendenza nel 1916.


Principato del Montenegro, Knjaževina Crna Gora, c. 1861-1910
Regno del Montenegro, Kraljevina Crna Gora, 1910-1916






Bandiera da guerra a terra (esercito) adottata forse nel 1861 ma attestata nel 1882 e visibile presso il museo di Cettigne. Durata fino al 1916. Drappo pressoché quadrato (prop. 6/7) con bordo giallo-oro pari a 1/10 dell'altezza e croce patente pari alla metà. Riportato anche un modello analogo con bordo bianco, quadrato, con croce più piccola (1/3 del lato) e dai bracci ritondati. La croce patente ricorda quella dell'Ordine dell'Indipendenza Montenegrina di Danilo I, tratta a sua volta da una medaglia d'onore istituita nel 1837.


Repubblica Popolare del Montenegro, Narodna Republika Crna Gora, 1946-1963
Repubblica Socialista del Montenegro, Socijalisticka Republika Crna Gora, 1963-1992


Bandiera di stato - identica a quella contemporanea della Serbia - adottata il 31 dicembre 1946 per la repubblica federata nella Jugoslavia e scomparsa nel maggio 1992 in seguito ai rivolgimenti che portarono al crollo della federazione socialista. Proporzioni 1/2. La stella, come per le altre repubbliche federate, era il simbolo della lotta partigiana.


Repubblica del Montenegro, Republika Crna Gora, 1993-2004


Bandiera nazionale e di stato adottata con decreto del 21 dicembre 1993 per la repubblica federata con la Serbia nell'ambito della rifondata unione jugoslava. Le proporzioni molto allungate (1/3), la distinguono dalla bandiera serba. Sostituita il 13 luglio 2004.


Repubblica del Montenegro, Republika Crna Gora, dal 2004





Bandiera di impiego generale adottata dal parlamento locale, insieme a un nuovo stemma e a un nuovo inno nazionale, il 13 luglio 2004, ricorrenza del riconoscimento ufficiale dell'indipendenza del Montenegro al congresso di Berlino (13 luglio 1878). Proporzioni 1/2. La legge istitutiva prevede una bordura giallo-oro del drappo, che inizialmente fu interpretata come una frangia dorata e che in seguito è diventata parte integrante della bandiera (1/20 dell'altezza). Sono ripresi i simboli nazionali - l'aquila bicipite e il leone passante - già presenti sui vessilli montenegrini prima dell'assorbimento nella Jugoslavia (1918). L'adozione della nuova bandiera e degli altri simboli apparve come un atto politico per rimarcare la volontà di distacco dall'altra repubblica federata, la Serbia, distacco realizzatosi col referendum del 21 maggio 2006.


Repubblica del Montenegro, Republika Crna Gora, dal 2010



Bandiera della marina militare, adottata nel giugno 2010 in contemporanea con una trentina di altre insegne destinate alle forze armate e alzata per la prima volta sulle unità navali il 7 ottobre 2010. Drappo azzurro di proporzioni allungate (2/5) recante nel cantone la bandiera nazionale a al battente l'emblema della marina.



ALTRE BANDIERE

Bandiera di bompresso
Bandiera della capitale

>
JUGOSLAVIA


Bibliografia
Archivum Heraldicum, II, 1989, ripreso in Vex. Ital., 1-2, 1991 - Embl. et Pavillons, 46, 1995 - Archivio CISV, scheda 26/9 - Documentazione personale (cortesia Diego Bonazzi e Valentina Velimirovic) - Internet


> Indice Europa >              >> Indice generale >>