ORGANIZZAZIONI DI OCEANIA E ANTARTIDE
© Roberto Breschi
Commento. C’è una sola organizzazione intergovernativa importante in questo angolo di mondo ove le terre emerse, se si escludono l’Australia e la Nuova Zelanda, sono ben poca cosa. Sulla sua bandiera, così come su quelle di molti degli stati membri, domina l’azzurro e abbondano le stelle: esse servono a rappresentare gli stati, in genere isole sperdute nell’immensità dell’oceano come stelle nell’infinito.


Commissione del Sud Pacifico, South Pacific Commission, SPC, 1970-1999



1970-1971


1983-1999
Organizzazione non politica di cooperazione economica, culturale e sociale tra gli stati dell’Oceania, fondata nel 1948 da Australia, Nuova Zelanda, Samoa e le potenze coloniali con interessi nella regione, Regno Unito, Francia, Stati Uniti e Olanda (uscita nel 1962). A questi si aggiunsero via via Nauru, Tonga, Figi, Papua Nuova Guinea, Salomone, Tuvalu, Cook e Niue e, nel 1983, tutti gli altri stati e dipendenze del Pacifico per un totale di 27 membri. La bandiera, in uso dal 1970, è azzurra come l’oceano con un emblema circolare simboleggiante un atollo. Le stelle, rappresentanti i paesi membri, inizialmente sei, sono aumentate fino a ventisette, passando per otto (1971), nove (1975), undici (1978) e tredici (1980). Nell’ottobre 1999 cambiò nome e bandiera. (Flagmaster, 6, 1972 - Vexillinfo, 99, 1988 - Flags of Paradise, carta, 1996)

         
1971-1975                                                           1975-1978


         
1978--1980                                                          1980-1983


Comunità del Pacifico, Pacific Community,
Communauté du Pacifique
, PC, CP, dal 1999



Nuovo nome della Commissione del Sud Pacifico, assunto nell’ottobre 1999 in considerazione del fatto che un gruppo di stati membri si trova anche nel Pacifico settentrionale. La nuova bandiera fu adottata il 6 dicembre 1999 durante la conferenza di Papeete. Le 27 stelle rappresentano gli altrettanti membri della comunità; l’arco di cerchio ricorda il profilo di un’antenna parabolica e sottolinea l’importanza delle comunicazioni in quella parte della terra. I colori, la vela e la canoa stilizzate, la palma da cocco simboleggiano l’oceano, la natura e le ricchezze locali.



Trattato dell'Antartico, Antartic Treaty, TA, AT, dal 2002



L'Antartide è considerata patrimonio comune dell'umanità indipendentemente dal fatto che alcuni stati vantino o rivendichino possedimenti sul quel continente. Ciò è stabilito dal Trattato dell'Antartico firmato a Washington il 1° dicembre 1959, a cui aderiscono (al settembre 2006) 44 stati di cui 28 con diritto di voto (paesi consultivi). La bandiera fu adottata ufficialmente il 20 settembre 2002, in chiusura della XXV riunione dei paesi consultivi a Varsavia. Essa rappresenta la mappa dell'Antardide centrata sul Polo Sud. Proporzioni 3/5. La bandiera è alzata sugli edifici e sui mezzi di trasporto di competenza del Segretariato del Trattato. (Sito internet AT - Franciae Vexilla, 53, 2006)


> Indice Organizzazioni >              >> Indice generale >>