GUERNSEY - Dipendenze minori

© Roberto Breschi
Dipendono da Guernsey, Sark e Herm, che hanno una bandiera propria, oltre a due piccole isole di proprietà privata (Brechou e Jethou) e diversi altri isolotti. Alderney, trattato in altra parte, è in pratica "stato" autonomo ma dipendente da Guernsey per vari servizi e funzioni governative.


SARK
Sercq, Sèr, da c.1938


Bandiera della signoria di Sark, in uso dal 1938 come stendardo del signore, ma considerata antica di oltre due secoli. Consentito l'impiego solo a terra. Croce di San Giorgio con il primo quarto del drappo coperto dall'insegna araldica della Normandia di cui l'isola fece parte fino al 1204. Proporzioni 2/3. Sark può essere considerato l'ultimo Stato feudale in Europa. Almeno fino al 2007 il signore feudatario governava per conto della Corona con potere di investitura. Tale sistema medievale è tuttavia in fase di abolizione. Dipende da Sark la vicinissima isoletta di Brechou.

Bibliografia - Flag Bull. XII:2, 1973 - E.M.C. Barraclough, W. Crampton, Flags of the World, 1978.



HERM
Isola di Herm, Herm Island, Île d'Herm


1950-1951
Bandiera dell'isola di Herm, tre miglia a est di Guernsey, in uso negli anni 1950 e 1951. Proporzioni circa 5/11. Vicino all'asta lo scudo di Guernsey, tre leopardi d'oro in campo rosso, sormontato dal germoglio (Guernsey sprig) in verde, e sotto il nome dell'isola (disegno ricostruito). Herm appartiene a Guernsey, che la acquisì dalla Corona nel 1945; è autonomamente amministrata da privati dietro pagamento di un affitto al governo.


dal 1984

Bandiera dell'isola di Herm in uso dal 1984. Proporzioni 3/5. Croce di San Giorgio recante nel cantone un adattamento dello stemma dell'isola, concesso nel 1953. Il campo azzurro con i delfini allude al mare che circonda Herm, rappresentata dalla banda gialla. I tre monaci ricordano i benedettini di Mont-Saint-Michel, che sarebbero stati verso il 1000 i primi colonizzatori dell'isola, e gli agostiniani, che a lungo la amministrarono.

Bibliografia - Flagmaster, 43, 1984 - Flag Bull., 108, 1984.

> ritorno a Guernsey >