SVITTO
© Roberto Breschi
Sommario. Svitto, piccola comunità di contadini, ottenne il riconoscimento della sua indipendenza dall'imperatore Federico II nel mezzo del XIII secolo e  fu tra i cantoni che costituirono nel 1291, il primo nucleo della confederazione.


Schwyz, Schwytz, Sviz, dal 1815 (sec. XIII)


Adottata ufficialmente nel 1815, la bandiera del cantone di Svitto è una delle più antiche della Svizzera e sarebbe stata concessa alla piccola comunità da Federico II nel 1240, assieme alle libertà comunali; allora era completamente rossa, come quella imperiale dell’epoca; verso il 1290 fu aggiunto un crocifisso al naturale, come attestato di gratitudine dell'imperatore Rodolfo, che era stato aiutato dagli svittesi contro la Boemia e la Borgogna. Nel corso del secolo XVII il crocifisso assunse la forma di una crocetta bianca a braccia uguali e sottili.


> GHERSOVIA
> CANTONI (Indice)

Bibliografia
L. Mühlemann, Armoires et Dreapeaux de la Suisse, 1991 - Archivio CISV, scheda 18/12







URI
© Roberto Breschi
Sommario. Patria tradizionale di Guglielmo Tell, Uri fu con Svitto e Untervaldo uno dei tre cantoni originari. Nel 1798 gli stessi tre cantoni e quello di Zugo formarono,  fino al 1803,  il nuovo cantone di Waldstätten.


dal 1928 (1231)


Ufficiale soltanto dal 1928, la bandiera di Uri, dai colori imperiali giallo e nero, sarebbe la più antica di tutta la Svizzera, risalendo quasi certamente al 26 maggio 1231. La testa di uro (bos primigenius) porta l’anello al naso, segno di dominio sulla natura selvaggia, ed ha la lingua rossa, simbolo di forza.


sec. XIX-1928


Bandiera ufficiale del cantone fino al 1928, introdotta nel 1812 come insegna militare. Anche Uri, seguendo la tendenza in uso nel XIX secolo, portò la bandiera alla maniera militare, con i colori nazionali a fiamme attraversati da una croce bianca.


> CANTONI (Indice)

Bibliografia
L. Mühlemann, Armoires et Dreapeaux de la Suisse, 1991 - Archivio CISV, scheda 18/17







UNTERVALDO
© Roberto Breschi
Sommario. Con Svitto e Uri, il 1° agosto 1291 strinse il patto di Rütli, dando vita al primo nucleo confederale. Fin dall'origine si distinsero i due semicantoni di Nidvaldo e di Obvaldo.


Unterselva, Unterwalden, Unterwald, dal 1816


Bandiera adottata insieme allo stemma il 12 agosto 1816, d'impiego limitato e soltanto fuori del cantone, all'interno del quale si usano quelle dei semicantoni. La scelta della bandiera avvenne - grazie alla mediazione dei cantoni amici - al termine di una lunga disputa araldica tra Obvaldo e Nidvaldo, sulla disposizione dei colori, il disegno delle chiavi e la spettanza della posizione d'onore, vicino all'asta.


Sottoselva, Nidwalden, Unterwald-le-Bas, Sutsilvania, dal 1816


Bandiera adottata insieme allo stemma nel 1816. La chiave, simbolo di san Pietro, patrono della capitale Stans, era apparsa sui sigilli del XIII secolo. In origine con un solo pettine passò sugli emblemi di Obvaldo, mentre il doppio pettine apparve agli inizi del XV secolo. La croce di Cristo con a fianco Maria e Giuseppe (il cosiddetto "Regno Divino") è schematicamente raffigurata per mezzo delle tacche dei due pettini della chiave.


Sopraselva, Obwalden, Unterwald-le-Haut, Sursilvania, c. 1470-1798 e dal 1816


            
La bandiera rosso-bianca, citata già in cronache del 1470, durò fino al maggio 1798, quando Untervaldo formò con Svitto, Uri e Zugo il nuovo cantone di Waldstätten. L'Obvaldo, stato dominante, impose la bandiera all'intero cantone e fece opposizione all'ingresso nella confederazione di Soletta, che ne aveva una uguale. I colori erano presi dalla bandiera di guerra dell'impero, rossa con croce bianca. Nel 1816, Obvaldo pose sul bicolore rosso-bianco l'emblema della chiave con un solo pettine. Obvaldo si era impossessato di tale emblema, in origine appartenente a Stans, capitale di Nidvaldo, e lo aveva usato per secoli sui sigilli ma non sulle bandiere.


> CANTONI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., X:2-3, 1971 - L. Mühlemann, Armoires et Dreapeaux de la Suisse, 1991 - Archivio CISV, scheda 18/20







GHERSOVIA
© Roberto Breschi
Sommario. Tranne che nel periodo napoleonico, dal 1390 la piccola repubblica di Ghersovia (Gersau), sul lago di Lucerna, fu sempre indipendente. Nel 1817 fu acquisita in via definitiva da Svitto.


Repubblica di Ghersovia, Gersau, Republik Gersau, fino al 1798 e 1814-1817


Bandiera in uso nel XVIII secolo fino all'occupazione francese del 1798. Ripresa dal 7 febbraio 1814 al 22 luglio 1817. Ghersovia aveva un antico stemma partito di rosso e d'azzurro. I colori furono trasferiti sulla bandiera fiammata con croce attraversante.


> SVITTO
> CANTONI (Indice)

Bibliografia
Archivio CISV, scheda 18/16


> Indice Europa >             >> Indice generale >>