BULGARIA - Capitale e città principali

© Roberto Breschi
Sofia Plodviv
Varna
Burgas
Ruse

Bibliografia generale
- Internet  (Sito della Società Araldica e Vessillologia Bulgara - Siti municipali - Vari)



SOFIA
Sofija




Bandiera della capitale bulgara, adottata il 29 luglio 1992. Proporzioni presunte 3/5. Drappo azzurro con lo stemma della città al centro. Lo stemma fu creato nel 1900, con aggiunte successive del cartiglio con il motto (1911) e dei rami d'alloro (1928). Lo scudo, sormontato da corona murale, è inquartato. Nel primo quarto una testa femminile tratta da una moneta della città di Serdica (antico nome di Sofia), nel secondo la chiesa di Santa Sofia, nel terzo il monte Vitosha che domina la città e nel quarto un gazebo con la figura di Apollo taumaturgo, affiancato da due getti d'acqua, che allude alle locali sorgenti termali. Sul tutto uno scudetto porpora con il leone bulgaro. Il motto significa "Cresce, ma non invecchia".

Bibliografia - Gaceta de Banderas, 32, 1996 
> Bulgaria >                                      > indice città >


PLODVIV


Bandiera della città tracia di Plodviv, nota anche come Filippopoli, nella Bulgaria centro-meridionale, seconda per numero di abitanti. Adottata il 29 agosto 1997. Proporzioni circa 2/3 (esatte 13/20) con la striscia centrale leggermente più larga di quelle laterali. Lo stemma al centro, delineato in verde, è troncato. Nella parte superiore due leoni bulgari d'oro in campo verde, affrontati (uno di essi è coronato), sostenenti uno scudetto con una corona d'oro in campo porpora; la parte inferiore  mostra due catene montuose (i monti Rodopi) verdi in capo d'oro, con alla base tre linee ondulate azzurre (il fiume Mariza). Lo scudo è coronato e accompagnato da un cartiglio col motto "Antica ed eterna". Nella forma attuale, lo stemma fu adottato il 18 luglio 1997, ma gli elementi essenziali (i monti, il fiume, il leone) vi apparvero già negli anni '30 del secolo scorso.


> Bulgaria >                                      > indice città >


VARNA


Bandiera della città di Varna, centro turistico e portuale sul mar Nero, adottata in data imprecisata. Drappo bianco con lo stemma civico, delineato in oro, tra due sottili linee azzurre. Nella forma attuale lo stemma risale al 1972, ma i leoni affrontati con l'àncora vi appaiono fin dalla fine del XIX secolo: all'epoca impugnavano anche la bandiera nazionale. Il leone è il simbolo dello stato bulgaro, l'àncora è in relazione alla vocazione marittima della città, sede di un importante porto commerciale e turistico.


> Bulgaria >                                      > indice città >


BURGAS


Bandiera della città di Burgas, porto sul Mar Nero, adottata in data imprecisata (già in uso nel 1996). Drappo bianco con striscia azzurra alla base, con lo stemma cittadino vicino all'asta. Quest'ultimo è sormontato da una corona navale e raffigura in campo azzurro un tritone d'oro con la testa di leone, simbolo dell'importanza del mare nell'economia locale e del coraggio della popolazione. Il tritone afferra una fortezza d'argento, che è in relazione al significato originale del toponimo ("villaggio fortificato").


> Bulgaria >                                      > indice città >


RUSE


Bandiera di Ruse, città della Bulgaria settentrionale sulla sponda destra del Danubio che segna il confine con la Romania. Adottata il 19 settembre 2003. Drappo bianco di proporzioni 9/17. Lo stemma al centro riproduce, sullo sfondo delle onde del Danubio, la sommità del monumento alla Libertà con la statua allegorica, opera dello scultore fiorentino Arnoldo Zocchi, in stile liberty. È uno dei monumenti della città che, per numero e stile architettonico, le valgono il nome di "Piccola Vienna".


> Bulgaria >                                      > indice città >