YUKON
© Roberto Breschi
Sommario. Lo Yukon occupa l'estremo nord ovest del Canada ai confini con L'Alaska. Diventò territorio a sé stante nel 1898. Il fiume da cui prende il nome, insieme al Klondike e al Bonanza Creek, richiama  alla mente i tempi epici della corsa all'oro.


Territorio dello Yukon, Yukon Territory, dal 1967


Bandiera territoriale stabilita il 1° dicembre 1967 e ufficiale dal 1° marzo 1968. Proporzioni 1/2; la striscia centrale è larga una volta e mezzo le altre. Verde per la taiga, bianco per le nevi, azzurro per le acque. Lo stemma, concesso il 24 febbraio 1956, porta in capo la croce di san Giorgio caricata del simbolo araldico del commercio delle pelli. I triangoli rossi con i dischi d’oro rappresentano le montagne e le loro ricchezze minerarie; le linee ondulate alludono ai fiumi resi famosi dalla corsa all’oro (Yukon, Klondike, Bonanza). Sopra lo scudo c’è un husky, il celebre cane da slitta. Un tipico fiore estivo, il camenerio (Epilobium angustifolium) o erba di fuoco, così detto perché è il primo a rifiorire sulle aree bruciate, orna lo scudo. (Vedi anche bandiera dei francofoni).


> PROVINCE e TERRITORI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., VII:1, 1968 - Symbols of Canada, Ottawa 1995







TERRITORI DEL NORD OVEST
© Roberto Breschi
Sommario. I Territori del Nord Ovest, oggi corrispondenti grossomodo al vecchio distretto del Mackenzie, furono ceduti al Canada nel 1870 dalla Gran Bretagna e dalla Compagnia della Baia di Hudson. Costituivano un tempo un insieme di territori (o distretti) amministrati separatamente che abbracciavano tutto il grande nord canadese; nel complesso comprendevano gli attuali Yukon, Nunavut, Alberta, Saskatchewan e parte di Manitoba, Ontario e Quebec. Anche dopo la separazione di tali province, restarono la divisione amministrativa più estesa del Canada fino al 1999, quando fu costituito il nuovo territorio del Nunavut.


Northwest Territories, NWT, dal 1969


Bandiera del territorio, entrata ufficialmente in uso il 31 gennaio 1969. Proporzioni 1/2; la striscia centrale è larga il doppio delle altre. Le strisce azzurre rappresentano le acque e il cielo, quella bianca simboleggia le distese ghiacciate. Essa incorpora lo scudo territoriale adottato il 24 febbraio 1956; la linea ondulata del capo bianco ricorda il passaggio a nord ovest. Nella parte rossa, con la testa di volpe polare, si ravvisa la tundra settentrionale, mentre l’area verde con i rettangoli gialli rappresenta le foreste del sud; le due zone sono separate da una diagonale ondulata che simboleggia il limite settentrionale della vegetazione. (Vedi anche bandiera dei francofoni).


> PROVINCE e TERRITORI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., VIII:1, 1969 e 130, 1989 - Symbols of Canada, Ottawa 1995







NUNAVUT
© Roberto Breschi
Sommario. Il territorio autonomo del Nunavut - in lingua locale “la nostra terra” - è stato costituito nel 1999 in favore delle minoranze inuit, su una vasta porzione (quasi due terzi) dei Territori del Nordovest, sulla parte orientale, corrispondente all'antico distretto di Franklin (l'arcipelago dell'estremo nord) e alla porzione settentrionale di quello di Keewatin. Oggi il Nunavut è la più estesa divisione del Canada.


Territorio del Nunavut, Nunavut Territory, dal 1999


Bandiera del nuovo territorio costituito in favore delle minoranze inuit, adottata ufficialmente il 1° aprile 1999, data di nascita ufficiale del Nunavut. Proporzioni circa 5/9. Il giallo simboleggia le ricchezze del sottosuolo, mentre il bianco ricorda il paesaggio artico. La figura centrale è un inuksuk, una sorta di cippo in forma umana (inuk = uomo), fatto di pietre e posto a contrassegno di luoghi sacri; in alto verso il battente, c’è la Stella Polare (niqirtsuituq). (Vedi anche bandiera dei francofoni)


> PROVINCE e TERRITORI (Indice)

Bibliografia
Flagscan, 53 e 56, 1999 - Flag Bull., 186, 1999 - “Nunavut”, pubblicazione del governo canadese







LABRADOR
© Roberto Breschi
Sommario. La grande e desolata penisola del Labrador, tra la baia di Hudson e l’oceano Atlantico, è amministrativamente diviso tra il Quebec e Terranova. La gente del Labrador, pur immune da tendenze indipendentiste,  aspira, sulle orme del Nunavut, a diventare una provincia o un territorio a sé stante.


Labrador Community, dal 1974



Bandiera locale, introdotta nell’aprile 1974 per dar risalto, non già a tendenze indipendentiste in pratica inesistenti, bensì all’identità di un popolo, estraneo al forte sentimento nazionale degli abitanti della parte insulare della provincia, vale a dire di Terranova propriamente detta. Proporzioni 1/2. Il bianco, il verde e l’azzurro rappresentano rispettivamente i ghiacci, le praterie e le acque; nella striscia bianca figura un ramoscello di larice del Labrador ("tamarack", Larix laricina), i cui segmenti di diversa lunghezza, indice di crescita ora rigogliosa ora stentata, insegnano a sperare in tempi migliori durante i periodi sfavorevoli.


> TERRANOVA
> PROVINCE e TERRITORI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., XX:2, 1981 - Specifiche originali dell'autore (M.S. Martin, 1973)







NUNATSIAVUT
© Roberto Breschi
Sommario. Il 1° dicembre 2005 l'Associazione degli Inuit del Labrador ha acquisito il diritto di amministrarsi autonomamente. Il governo del territorio, pur non avendo le prerogative delle altre province e territori canadesi, ha pari competenze e responsabilità in vari settori del campo culturale e sociale.


dal 2005



Bandiera del territorio, alzata il 1° dicembre 2005 con l'insediamento del Nunatsiavut kawamanga, il governo regionale etnico; ma in precedenza adottata dall' Associazione degli Inuit del Labrador. Proporzioni 2/3. La figura al centro riprende l'immagine dell'inutsuk, già noto come simbolo del Nunavut. I colori sono gli stessi della bandiera del Labrador.


> TERRANOVA
> PROVINCE e TERRITORI (Indice)

Bibliografia
Franciae Vexilla, 43, 2006 - Sito web ufficiale del territorio.