NEW YORK
© Roberto Breschi
Sommario. Il primo europeo ad approdare sulle coste dell'attuale stato di New York fu Giovanni da Verrazzano nel 1524, ma l'esplorazione sistematica cominciò nel 1609 con Champlain e con Hudson, che agiva per conto degli olandesi. Tramite la loro Compagnia delle Indie Occidentali, gli olandesi fondarono nel 1624 la colonia della Nuova Olanda con la città di Nuova Amsterdam, la futura New York City. Nel 1684 la colonia fu occupata dai britannici. Teatro di importanti episodi della guerra di indipendenza, lo stato di New York sottoscrisse per undicesimo la costituzione degli Stati Uniti, il 26 luglio 1788.


State of New York, dal 1896



1896-1901


dal 1901


Bandiera di stato e d’uso generale, approvata l’8 aprile 1896. Proporzioni 10/19. Lo stemma, con paesaggio fluviale illuminato dal sorgere del sole, ha per reggenti la Libertà e la Giustizia, ritte su un cartiglio con la scritta Excelsior; è sormontato dal globo terrestre mostrante il Nuovo Mondo, su cui posa l’aquila americana. Esso apparve nel 1777, ma il disegno ufficiale fu stabilito nel 1882. Il drappo era inizialmente color camoscio e riprendeva la tinta dei risvolti delle divise di New York durante la rivoluzione. Il 2 aprile 1901 fu mutato in blu per uniformità con le bandiere di altri stati.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della città di New York

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag., XXXII, 4, 1917 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







PENNSYLVANIA
© Roberto Breschi
Sommario. La colonizzazione del'attuale Pennsylvania cominciò nel 1681 con la concessione di vasti territori da parte di Carlo II d'Inghilterra al quacchero William Penn. Grazie a una politica di tolleranza religiosa e ai buoni rapporti con gli indiani algonchini, la Pennsylvania diventò ben presto centro culturale ed economico. Fu il secondo stato a firmare la costituzione federale (12 dicembre 1787)  e dal 1790 al 1800 la sua capitale, Filadelfia, fu anche capitale degli Stati Uniti.


Commonwealth of Pennsylvania, dal 1907





Bandiera di stato adottata il 13 giugno 1907. Proporzioni 27/37 (circa 3/4), ma talora usata in forma quadrata. Consueto drappo blu con lo stemma di stato completo al centro. Vi sono rappresentati un veliero, due aratri e tre covoni. Gli aratri sono tratti dalle antiche armi della contea di Chester, il veliero e i covoni da quelle di Filadelfia. Lo scudo, dalla forma fantasiosa, è sorretto da due cavalli neri bardati, cimato dall’aquila e ornato da una frasca di mais e da un ramo d’olivo. Sul cartiglio, il motto Virtue Liberty and Independence. Per rendere più visibili sullo sfondo scuro del drappo la figure nere dei cavalli, si usa talora contornarle di bianco (con effetto non troppo estetico).



ALTRE BANDIERE

Bandiera delle città principali, Filadelfia e Pittsburgh

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag. XXXII,4, 1917 e LXVI,3, 1934 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







NEW JERSEY
© Roberto Breschi
Sommario. Così come New York, l'attuale stato del New Jersey, faceva parte della colonia della Nuova Olanda. Conquistato dai britannici nel 1684, fu costutuito in colonia della corona nel 1702. Firmò per terzo la costituzione degli Stati Uniti, il 18 dicembre 1787.


State of New Jersey, dal 1896





Bandiera di stato e per tutti gli impieghi adottata il 26 marzo 1896. Proporzioni 2/3. Il colore grigio-avana del drappo deriverebbe dai risvolti delle divise reggimentali a partire dal 1779. La testa di cavallo che sormonta lo scudo era già apparsa sulle prime monete del New Jersey; i tre aratri sono simboli del lavoro agricolo. Le figure femminili che reggono lo scudo sono allegorie della libertà e dell’abbondanza (la dea Cerere) e la scritta sul cartiglio Liberty and Prosperity, 1776 funziona da didascalia e ricorda la data dell’indipendenza.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della città principale: Newark

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag. XXXII,4, 1917 e LXVI,3, 1934 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







MARYLAND
© Roberto Breschi
Sommario. Proprietà dei Lord Baltimore dal 1632 per concessione di Carlo I d'Inghilterra, il Maryland diventò meta di folte schiere di coloni attratti dalla libertà di religione che vi si praticava. Fu il settimo stato a entrare nell'unione (28 aprile 1788). I primi proprietari sono ricordati dal nome della città di Baltimora e dai colori della peculiare bandiera dello stato.


State of Maryland, dal 1904


Bandiera di stato adottata ufficialmente il 9 marzo 1904. Era già apparsa verso il 1880 e dal 1901 era usata come bandiera del governatore. Proporzioni 2/3. Bandiera armeggiata, adattamento dello stemma dei Lord Baltimore, un tempo proprietari dell’antica colonia del Maryland. A quarti alterni figurano le armi dei Calvert e dei Crossland, famiglie originarie dei Baltimore.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della città principale: Baltimora

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







VIRGINIA
© Roberto Breschi
Sommario. La Virginia, così chiamata in onore di Elisabetta I d'Inghilterra, the Virgin Queen, fu il primo territorio del nuovo mondo a diventare ufficialmente una colonia della corona (1663). Decimo stato a ratificare la costituzione federale (25 giugno 1788), fu nel 1861 tra gli stati secessionisti. Ciò gli costò la perdita dei territori occidentali che si costituirono stato a sé (West Virginia).


Commonwealth of Virginia, dal 1861





Bandiera di stato adottata il 30 aprile 1861, all’indomani dalla secessione dagli Stati Uniti. Proporzioni 2/3. L’emblema centrale risale al 1776 e rappresenta la figura allegorica della Libertà, che schiaccia la Tirannia. La corona perduta da quest’ultima allude all’ordinamento repubblicano dello stato. Il motto didascalico recita Sic semper tyrannis, “Così sempre ai tiranni”. Peculiare la frangia argentea solo sul lato del battente.



ALTRE BANDIERE

Bandiera della città principale: Virginia Beach

>
STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970 - D.D. Cannon, The Flags of the Confederacy, 1988