CONNECTICUT
© Roberto Breschi
Sommario. Per molti anni i coloni vissero nell'attuale Connecticut in armonia con gli indiani senza alcuna formalità. Solo nel 1662 ottennero da Carlo II d'Inghilterra lo statuto di colonia. La liberalità di tale documento fece del Connecticut la più pacifica delle tredici colonie. Fu la quinta a sottoscrivere la costituzione degli Stati Uniti, il 9 gennaio 1788.


Commonwealth of Connecticut, c. 1640-c. 1775


Possibile bandiera risalente agli anni dei pionieri (c. 1640). In realtà non se ne conosce l’aspetto, ma a giudicare dai vessilli della milizia locale, portati a Bunker Hill nel 1775, doveva essere simile all’attuale, ma di campo rosso.


Commonwealth of Connecticut, dal 1895


Bandiera di stato stabilita il 4 luglio 1895 e adottata ufficialmente il 3 giugno 1897. Proporzioni 26/33. I tre vitigni rappresenterebbero Hartford, Wethersfield e Windsor, gli insediamenti che formarono nel 1639 la prima colonia del Connecticut. Il motto latino Qui transtulit sustinet, “Colui che ci condusse, ci sostiene” è in parte ispirato al salmo 80. Sia l’emblema della vite che il motto risalgono al tempo dei primi coloni e sono anteriori al 1650; dal 1775 furono posti sui vessilli reggimentali locali.


> STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag., XXXII, 4, 1917 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







RHODE ISLAND
© Roberto Breschi
Sommario. La colonia del Rhode Island fu fondata dal pastore battista Roger William, il quale, partito da Boston nel 1631, si fermò in un luogo che ritenne indicato dalla provvidenza divina e che chiamò Providence. Ratificò la costituzione dell'Unione nel 1790, ultima fra le 13 colonie, ma rivendica di aver dichiarato per prima, il 4 maggio 1776, l'indipendenza dal Regno Unito. È lo stato meno esteso degli USA.


State of Rhode Island and Providence Plantations, 1877-1882



Bandiera di stato adottata ufficialmente il 30 marzo 1877 e sostituita nel 1882. Proporzioni apparenti 3/5. Il tradizionale emblema dell’àncora con la scritta HOPE, speranza, appare qui nella stessa forma del sigillo di stato. Le 38 stelle rappresentavano gli stati dell’Unione dell’epoca (il 38°, il Colorado, si era aggiunto il primo agosto 1876; la bandiera degli Stati Uniti sarebbe stata aggiornata il 4 luglio 1877).


State of Rhode Island and Providence Plantations, 1882-1897


Bandiera di stato adottata il primo febbraio 1882 e sostituita nel 1897. Proporzioni apparenti 2/3. Rispetto alla precedente versione fu cambiato il colore del campo e il disegno molto semplificato: gli ornamenti, il cartiglio e la corda dell’ancora furono eliminati nella convinzione che fossero abusivi rispetto alla versione del XVII secolo. Le stelle furono ridotte a tredici, tante quante le colonie originarie.


State of Rhode Island and Providence Plantations, dal 1897


Bandiera di stato adottata il 19 maggio 1897. Proporzioni 29/33 (circa 7/8). Cambiati i colori della precedente versione e ripristinato il cartiglio con la scritta HOPE. Le stelle restarono tredici e l’ancora non riebbe la sua corda. L’ancora, come simbolo locale, fu introdotta nel 1647; il motto HOPE era stato aggiunto, così come la corda dell’ancora, nel 1664.


>STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag., XXXII, 4, 1917 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970







VERMONT
© Roberto Breschi
Sommario. Furono francesi i primi coloni che si insediarono nel Vermont agli inizi del XVII secolo e di origine francese è il nome Vert-mont, la Montagna Verde che ancor oggi è il monte simbolo dello stato. A differenza delle altre colonie della Nuova Inghilterra non aderì subito all'Unione, ma si dichiarò repubblica indipendente (1777) e tale rimase fino al 1791, allorché entrò, quattordicesimo stato, negli Stati Uniti.


Colony of Vermont, c. 1775- ?


Bandiera dei Green Mountain Boys, una formazione di irregolari capeggiata da Ethan Allen, eroe dell'indipendenza del Vermont, che combatté (1771-1775) prima contro le altre colonie (New York in particolare) e poi contro gli inglesi. Attestata nel 1775 nella presa di Fort Ticonderoga e nel 1777 nella battaglia di Bennington. Detta anche "bandiera del Vermont", ma è poco probabile che sia stata mantenuta per la repubblica indipendente. Il campo verde ricordava il nome stesso del Vermont, il cantone aveva tredici stelle, tante quante le colonie.


State of Vermont, 1803-1837


Bandiera di stato introdotta il 31 ottobre 1803, dodici anni dopo l’adesione del Vermont all’Unione; ufficiale dal primo maggio 1804 e sostituita nel 1837. Era una versione della Stars and Stripes del tutto particolare. Oltre alla scritta VERMONT, aveva 17 stelle e altrettante strisce, che riflettevano la reale situazione dell’Unione al 1803. Ai 15 stati del 1792 si erano infatti aggiunti il Tennessee (1796) e l’Ohio (1803). La bandiera degli Stati Uniti non ebbe mai questa configurazione (fino al 1818, ebbe 15 stelle e 15 strisce). Da notare inoltre che dal 30 aprile 1812, data di ammissione della Louisiana, anche la bandiera del Vermont restò non aggiornata.


State of Vermont, 1837-1923


Bandiera di stato adottata il 20 ottobre 1837 e sostituita nel 1923. Modello ancora basato sulla bandiera degli Stati Uniti, regolarmente con tredici strisce. Nel cantone un’unica grande stella (rappresentata con numero variabile di punte) che racchiudeva un emblema rotondo, raffigurante una scena agricola con un pino in primo piano e le Green Mountains sullo sfondo.


State of Vermont, dal 1923




Bandiera di stato adottata il 26 marzo 1923 e in uso effettivo dal primo giugno successivo. Proporzioni circa 2/3. Modello “reggimentale”, blu con al centro lo stemma di stato. Quest’ultimo era in uso dal 1821 e fu reso ufficiale nel 1862; il paesaggio è il medesimo presente nel cantone della vecchia bandiera ma è racchiuso entro un’elaborata cornice, ornato con rami di pino e sormontato da una testa di cervo. Sul cartiglio rosso il nome dello stato e il motto Freedom and Unity.


> STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
National Geographic Mag., XXXII, 4, 1917 - W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970 - Documentazione personale







DELAWARE
© Roberto Breschi
Sommario. Colonizzato in principio da olandesi e svedesi (che vi fondarono la Nuova Svezia), il Delaware diventò un possedimento britannico nel 1664 e fu assegnato nel 1682 a William Penn. Restò unito alla Pennsylvania sino allo scoppio della rivoluzione, allorché si organizzò come stato a sé. Fu il primo a firmare la costituzione degli Stati Uniti, il 7 dicembre 1787, data che figura orgogliosamente sulla bandiera.


State of Delaware, dal 1913





Bandiera di stato ufficiale dal 24 luglio 1913, riconfermata il 13 giugno 1955. Proporzioni 3/4. I colori, azzurro e camoscio, sono quelli delle divise portate durante la rivoluzione. Sono note versioni non ufficiali, per impiego militare, antecedenti il 1913 con lo stemma in campo tutto azzurro. La data in basso è quella in cui il Delaware, primo fra tutti gli stati, ratificò la costituzione degli Stati Uniti. Lo stemma risale al 1777 e reca simboli del lavoro agricolo (pannocchia, covone) e dell'allevamento (mucca). La striscia azzurra ondulata vuol rappresentare il fiume Delaware. Lo scudo reca in cimiero un veliero (simbolo del commercio) ed è sorretto da un agricoltore e da un soldato coloniale, ritti su un cartiglio con il motto Liberty and Independence.


> STATI DELL'UNIONE (Indice)

Bibliografia
W. Smith, The Flag Book of the United States, 1970