HONDURAS
© Roberto Breschi
Sommario. L’Honduras si staccò dal Messico nel 1823 per aderire allo stato delle Province Unite di cui diventò forse il più convinto fautore (il campione del federalismo Francisco Morazán era honduregno). Nel 1838, in seguito allo scioglimento della federazione, acquisì l’indipendenza.


Repubblica dell'Honduras, República de Honduras, 1838-1949






Bandiera in uso dal momento dell’indipendenza, il 5 novembre 1838, e definitivamente abolita il 18 gennaio 1949. Proporzioni variabili, di solito 5/8; diffusa una versione molto allungata (prop. 1/4). Sciolta la federazione centroamericana, l’Honduras mantenne, per tutti gli impieghi, la bandiera delle Province Unite senza alcun emblema fino al 1866, quando fu introdotta un’insegna mercantile con cinque stelle al centro. Per molto tempo ci fu una certa confusione nell’attribuzione dei ruoli delle due bandiere. Dal 1949 quella con le stelle è l’unica bandiera del paese.


Repubblica dell'Honduras, República de Honduras, dal 1866


Bandiera decretata come insegna mercantile il 16 febbraio 1866. Sovente è riportata anche come bandiera nazionale e di stato (nacional), ma solo il 18 gennaio 1949 fu resa ufficiale anche per tali impieghi mentre fu abolita la versione senza stelle. Proporzioni 1/2, fissate nel 1949. A ciascuna delle cinque stelle è associata una provincia centroamericana originaria: la stella centrale sta per l’Honduras, le altre, procedendo in senso orario da sinistra in alto, rappresentano Guatemala, Nicaragua, Salvador e Costarica.


Repubblica dell'Honduras, República de Honduras, dal 1866





Bandiera della marina da guerra adottata il 16 febbraio 1866. Differisce dalla bandiera nazionale per la presenza dello stemma di stato e per la disposizione delle stelle (ad arco sotto l'emblema). Proporzioni 1/2. Lo stemma presenta uno scudo ovale con una piramide (segno di uguaglianza), un vulcano affiancato da due torri e bagnato dal mare, sullo sfondo del sole e dell'arco dell'alleanza. Il tutto delimitato da un bordo, col nome dello stato, suoi appellativi e data dell'indipendenza centroamericana (21 settembre 1821), e sormontato da due cornucopie. In basso, un complesso paesaggio con miniere e strumenti del lavoro minerario, alberi, rocce e colline. Forme e colori non assoluti, essendo numerose le varianti artistiche.


ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale

Bibliografia

F. Espinosa, Simbolos patrios de las naciones de Centroamérica, 1962 - Vexillinfo, 101 e 102, 1988 - Archivio CISV, scheda 130


> Indice America >              >> Indice generale >>





BELIZE
© Roberto Breschi
Sommario. Il Belize, tra lo Yucatan e il Guatemala, appartenne alla Spagna fino al 1798, quando passò ufficialmente ai britannici, che in pratica già lo possedevano grazie ai corsari inglesi che vi si erano stabiliti nel 1638; nel 1884 diventò colonia a sé stante col nome di Honduras Britannico. Nel 1954 ottenne una certa autonomia, perfezionata con la costituzione del 1964. Del tutto indipendente dal 1981.


Honduras Britannico, British Honduras, c. 1880-1950 (1981)





Bandiera della colonia entrata in uso verso il 1880 e durata in teoria fino all’indipendenza (21 settembre 1981). In pratica, a partire dal 1950, lasciò il posto alla bandiera nazionale semiufficiale. L’emblema, interzato, reca nel primo terzo l’Union Jack, nel secondo, arnesi da boscaiolo che alludono alla maggiore ricchezza del paese, il mogano; nel terzo un veliero. Può essere fatto risalire al 1819 e servì da modello per lo stemma della colonia, creato nel 1907.


Honduras Britannico, British Honduras, 1950-1973 - Belize, 1973-1981







Bandiera nazionale semiufficiale adottata il 2 febbraio 1950, ma ben nota solo dal 1967, confermata il 1° giugno 1973 quando il nome “Belize” diventò ufficiale. Modificata con l’indipendenza, nel 1981. Diffusa anche una versione semplificata con il disco in bianco. L’emblema centrale ricorda molto quello coloniale e, con poche modifiche, sarà confermato al raggiungimento della piena indipendenza; vi sono illustrate le due maggiori attività tradizionali; la marineria (rappresentata dal veliero e da uno dei due tenenti con un remo) e l’industria del mogano, vera ricchezza del paese, rappresentata dall’albero in cimiero, dall’altro tenente con l’ascia e dagli arnesi da falegname. Il motto Sub umbra floreo, “fiorisco nell’ombra” si riferiva in origine al progresso della colonia all’ombra dell’amministrazione britannica.


Stato del Belize, State of Belize, Estado de Belice, dal 1981





Bandiera di stato, nazionale e mercantile adottata al raggiungimento della piena indipendenza, il 21 settembre 1981. Rispetto alla precedente bandiera, il campo è più scuro e sono state aggiunte due strisce rosse ai bordi superiore e inferiore (il rosso è colore del Partito Democratico). Il grande emblema centrale ha subito alcuni aggiustamenti ma è rimasto sostanzialmente lo stesso. Sono cambiate le proporzioni, da 2/3 a 3/5.


ALTRE BANDIERE

Bandiera della capitale

Bibliografia

Flag Bull., VI:3, 1967; XX:5, 1981 e 139, 1991 - Flagmaster 34, 1981 - Archivio CISV, scheda 126


> Indice America >              >> Indice generale >>