KENYA - Bandiere presidenziali

© Roberto Breschi

Repubblica del Kenya, Jamhuri ya Kenya, dal 1964



1970-1978


1978-2002
Il presidente e padre della patria Jomo Kenyatta (1964-1978) adottò uno stendardo personale verso il 1970. Era azzurro e portava al centro uno scudo masai rosso accollato a due lance incrociate (la lancia era anche il simbolo personale del presidente il cui nome significa "lancia fiammeggiante"). Al battente figurava un gallo rosso, emblema del partito di Kenyatta, il KANU (Kenya African National Unity). Durata fino alla morte del presidente (21 agosto 1978). Nel settembre 1978, il successore di Kenyatta, Daniel Toroitich arap Moi (1978-2002) adottò per sé una bandiera simile alla precedente, ma di fondo verde e con alcune altre piccole differenze: lo scudo rosso e nero e il gallo delineato di bianco. Durata fino al 30 dicembre 2002. Proporzioni 2/3.


2003 -



c. 2003-2013

Bandiera del presidente Emilio Mwai Kibaki, adottata all'inizio del 2003. Proporzioni 2/3. Drappo bianco che, nella prima versione, portava lo stemma nazionale in centro. Lo stemma fu adottato il 15 ottobre 1963; sullo scudo masai accollato a due lance i colori nazionali e il gallo. Il motto harambee significa "facciamo uno sforzo comune" esortazione di Jomo Kenyatta rivolta alle svariate tribù della nazione, in vista dell'indipendenza. Poco più tardi la bandiera appare modificata: lo stemma è sostituito dal solo scudo masai, come quello della bandiera nazionale, sovrapposto a due lance incrociate e circondato da un serto di foglie. Sostituita nel 2013.


dal 2013

Bandiera del quarto presidente del Kenya, Uhuru Muigai Kenyatta adottata nel 2013. Il nuovo presidente ha scelto uno stendardo che ricorda quello di suo padre Jomo Kenyatta, un drappo azzurro con lo scudo e due grosse lance incrociate. Al posto del gallo di Jomo figura una colomba bianca in volo, simbolo di pace ma anche della TNA (The National Alliance), il partito di Uhuru.


dal 1964

Oltre alle bandiere personali sopra descritte, esiste anche uno stendardo legato alla carica presidenziale, impiegato nelle cerimonie ufficiali e nelle parate militari. In pratica è sempre stato in uso fin dalla istituzione della repubblica (1964). Corrisponde alla bandiera nazionale in proporzioni 4/5 con l'emblema centrale sostituito dallo stemma di stato applicato su un fondo nero. Spesso con frange dorate
.


Bibliografia
Flag Bull. XVIII:1, 1979 -  Album SHOM 2000 e successivi aggiornam. - Sito Governativo - Archivio personale (iconografia, cortesia R. Annibaldi)


< ritorno a Kenya <



KENYA - Bandiera della capitale e delle città principali

© Roberto Breschi

NAIROBI



Bandiera della città di Nairobi (propriamente Nairobi City County), capitale del Kenya, adottata in epoca imprecisata, ma non più tardi del 1996. Armeggiata, riproduce lo stemma della città. I quarti gialli e verdi sono in relazione all'appellativo popolare di Nairobi mji kijani katika jua "città verde nel sole" e le onde nel tondo centrale derivano dal nome stesso della città, tratto dalla frase enkare nai-robi, "luogo delle fresche acque". Sostituita nel 2013.





Bandiera di Nairobi, adottata il 23 agosto 2013, che mantiene i colori della precedente: drappo giallo con due triangoli verdi. Sul triangolo in alto, un leone d'oro, simbolo di coraggio e di forza. Nel campo giallo una versione semplificata del nuovo stemma al quale la bandiera si ispira. Sullo scudo, un sipario verde, che auspica il sorgere di una nuova alba di prosperità e di opportunità per gli abitanti della città, si apre sul giallo-oro, simbolo del ruolo di capitale di Nairobi, di aspettative per il futuro e di qualità della vita che la città offre ai residenti. Lo scudo è ancora caricato dal tondo con le onde ed è accompagnato solo da un cartiglio d'oro con il motto Ushauri kwa Uaminifu, "invito alla fiducia".

Bibliografia - Internet - Nairobi City County Gazette, Suppl. 6, 23 agosto 2013

< ritorno a Kenya <

MOMBASA









Bandiera di Mombasa, seconda città del Kenia e importante porto sull'Oceano Indiano, adottata in epoca imprecisata. Drappo giallo-azzurro acquamarina, con o senza lo stemma civico. Quest'ultimo, di stile britannico, mette in rilievo l'importanza del mare per la città. Lo scudo mostra una tipica imbarcazione locale, reca in capo due fortezze d'argento in campo nero, ed è sorretto da due ippocampi. In cimiero un sole radiante e un faro, figure che si accordano con il motto sul cartiglio Janua lucis, "porta della luce". La bandiera trae i colori da quelli dello scudo.

Bibliografia - Internet (East African Heraldry - Ducumenti fotografici)

< ritorno a Kenya <