FIANDRE
Vlaanderen, Vlaams Gewest, Vlaamse Gemeenschap
Flandre, Région flamande, Communauté flamande



1973-85


dal 1985
Bandiera regionale, valida anche per la comunità fiamminga (i due soggetti coincidono territorialmente e amministrativamente), decretata il 6 luglio 1973 ma non precisata nelle caratteristiche. Secondo la consuetudine il drappo era quadrato e il disegno del leone di foggia antica e araldica. L'11 luglio 1985, per evitare il diffondersi di creazioni estemporanee, un decreto ministeriale fissò un modello ufficiale preciso. La bandiera è di antica origine. Già nel 1162 i conti di Fiandra, ottenuta l'indipendenza dall'impero e dalla Francia, potevano fregiarsi dell'insegna col leone. Una bandiera gialla con un leone nero, da usarsi sui mercantili delle città fiamminghe, è attestata in una convenzione commerciale con l'Inghilterra del 7 marzo 1297. (Flag Bull., 114, 1985 - Vexillinfo, 62 e 64, 1985)


> Belgio >                                    > indice regioni e comunità >

VALLONIA
Wallonie, Région wallonne, Communauté française de Belgique
Wallonische Region, Französische Gemeinschaft Belgiens
Wallonië, Waals Gewest, Franse Gemeenschap van België



Bandiera della regione Vallonia e della comunità francese in Belgio, istituita con decreto del 20 luglio 1975, è consentita l'esposizione sugli edifici pubblici insieme alla bandiera belga nelle occasioni prescritte e in particolare il 27 settembre, festa della comunità. Il gallo, opera del pittore Paulus (Le coq vallon) risale al 1913. Subito diventò il simbolo dei valloni. Regione Vallonia e Comunità Francese non coincidono esattamente in quanto nella regione è compresa anche la comunità germanofona (v. sotto). (Vexillinfo, 62 e 64, 1985)


> Belgio >                                    > indice regioni e comunità >

BRUXELLES
Regione della Capitale Bruxelles
Brussels Hoofdstedelijk Gewest, Région de Bruxelles-Capitale



1991 - 2015
Bandiera regionale adottata con legge del 16 maggio 1991 e modificata nel 2015. Proporzioni 2/3. Il giglio d'acqua o iris dorata di palude (Iris pseudacorus), che appare stilizzato sulla bandiera, è antico simbolo di Bruxelles noto da epoca imprecisata. Fu eletto a simbolo anche della regione della capitale nel 1989, in quanto rappresentativo dell'ambiente originario dove fu fondata la città, costituito da paludi formate dalla Senne e da suoi rami secondari.


dal 2015

Nuova bandiera della regione della capitale, adottata il 9 gennaio 2015, che mostra ancora il giglio d'acqua ma con disegno differente: un petalo a forma di cuore, grigio orlato di bianco, tra due petali gialli. Proporzioni prescritte 2/3, ma sulla documentazione ufficiale il disegno ha proporziioni 3/4. (R. Baert, in litteris - Documenti  ufficiali)


> Belgio >                                    > indice regioni e comunità >

GERMANOFONI
Comunità germanofona del Belgio
Deutschsprachige Gemeinschaft Belgiens, Ostbelgien



Bandiera approvata dal consiglio della comunità germanofona il 1° ottobre 1990 e alzata per la prima volta il 15 novembre successivo. La piccola comunità germanofona belga (circa 70mila anime) comprende due aree non contigue presso il confine tedesco e olandese - talvolta chiamate "Belgio Orientale" - amministrativamente comprese nella regione vallone, un tempo appartenenti a due diversi ducati, Limburgo e Lussemburgo. Ambedue i ducati avevano sulle loro armi un leone rosso, che ritroviamo in grafica moderna sulla bandiera della comunità. Nove fiori azzurri con cinque petali, descritti come fiori di genziana, posti in circolo intorno al leone, rappresentano le nove municipalità che formano la comunità. (Vexillacta, 12, 2001)


> Belgio >                                    > indice regioni e comunità >