INDIA PORTOGHESE
© Roberto Breschi
Sommario. Lo Stato coloniale dell'India Portoghese (vicereame) fu fondato nel 1505 e consisteva in una serie di piccoli territori, sparsi soprottutto sulla costa occidentale dell'India e sull'isola di Ceylon, che costituivano altrettanti presidi a protezione delle rotte commerciali portoghesi. Fu una delle colonie durata più a lungo anche se alquanto ridimensionata nel corso dei secoli. Dopo l'indipendenza dell'India, i tre distretti in cui era suddivisa - Goa, Daman e Diu - furono progressivamente riassorbiti nell'Unione Indiana, ma il Portogallo continuò a considerarli suoi possedimenti fino al 1975. Il distretto di Goa, oggi Stato federato dell'India, costituiva la maggior parte dell'intero territorio coloniale.


Stato dell'India Portoghese, Estado Português da Índia

Dal 1934 al 1975 l'India portoghese ebbe un proprio stemma; non ebbe invece mai bandiere proprie e, come tutte le altre colonie del Portogallo, usò quelle della madre patria. In realtà c'è un progetto del 1967 - mai attuato - che prevedeva per le colonie la bandiera portoghese caricata dello stemma di ciascun possedimento nell'angolo in basso presso il ventame. Ebbero invece bandiere proprie i centri principali dei tre distretti in cui era divisa l'India portoghese (Goa, Daman e Diu); esse sono puntualmente descritte in un decreto legge del 1962.


Bandiere delle città principali
> INDIA
> PORTOGALLO

Bibliografia
Testo originale del decreto del Ministero dell'Oltremare del 1° ottobre 1962 - F. P. de Almeida Langhans, Armorial do Ultramar Português, 1967


> Indice Asia >              >> Indice generale >>


INDIA PORTOGHESE - Città principali
© Roberto Breschi


GOA





Bandiera della città di Goa, attestata al 1962, bianca caricata dello stemma di porpora alla ruota dentata d'argento, in ricordo del martirio di Santa Caterina d'Alessandria cui è dedicata una chiesa monumentale. La corona di cinque torri è d'oro, riservata, secondo l'uso portoghese, alle capitali. Anche il cartiglio con il motto "Signora di tutto l'Oriente" (dai "Lusiadi") è eccezionalmente d'oro, in onore dell'importanza fondamentale della città. Oggi Goa è un piccolo villaggio di poche migliaia di abitanti ma un tempo era una popolosa città cresciuta attorno al centro storico (Goa Vecchia) con funzioni di capitale non solo dell'intera colonia, ma, fino al 1750, con autorità su tutti i possedimenti portoghesi in Asia e in Africa meridionale (Mozambico).


> India Portoghese >                              > indice città >


DAMAN
Damão




Bandiera della città di Daman, piccola enclave portoghese sulla costa orientale del golfo di Cambay, oggi insieme a Diu territorio dell'India. Bandiera gheronata di otto pezzi di rosso e di azzurro caricata dello stemma della città, d'argento alle due torri di rosso illuminate d'azzurro separate da una fascia ondulata d'azzurro. Corona di città portoghese e cartiglio con il motto Cidade e praça de Damâo, "Città e presidio di Daman".


> India Portoghese >                               > indice città >


DIU




Bandiera della città di Diu, enclave portoghese sulla costa meridionale della penisola del Katiavar che oggi fa parte del territorio di Daman e Diu dell'India. Drappo giallo con lo stemma della città al centro. Sullo stemma, di campo verde, figurava un castello d'oro con tre torri, illuminato e aperto di rosso posato su tre onde d'argento e affiancato da due crescenti montanti d'argento; sulla torre centrale le cinque quinas portoghesi. Corona di città e cartiglio con il motto Illustre em cercos e batalhas, "Famosa in assedi e battaglie", tratto dai "Lusiadi" di Vaz de Camões.


> India Portoghese >                               > indice città >