CURDISTAN - Altri Stati effimeri

© Roberto Breschi

ARARAT
Repubblica Curda d'Ararat, Komara Kurdiya Agiriyê, 1927-1931


La repubblica di Ararat fu proclamata nell'ottobre1927 dai nazionalisti curdi nell'omonima provincia della Turchia Orientale (Agri in turco); nel 1931 fu rioccupata dalla Turchia. La bandiera precorreva quella attuale curda ma aveva la striscia verde in alto come la bandiera persiana; al centro recava un disco giallo con un simbolo di aspetto incerto, comunemente interpretato come il profilo del monte Ararat. (Internet, vari siti - Franciae Vexilla, 76, 2014)

< ritorno a Curdistan <

MAHABAD
Repubblica di Mahabad, Komarî Mehabad, 1945-1946




Bandiera alzata il 17 dicembre 1945 (secondo alcuni l'11 gennaio 1946) dalla cosiddetta Repubblica di Mahabad, fondata in Iran con l'appoggio sovietico su un piccolo territorio limitato alla città di Mahabad e a pochi altri villaggi e, nelle intenzioni del fondatore Ghazi Mohammed, primo nucleo del Curdistan indipendente. La repubblica fu cancellata dalle truppe iraniane esattamente nel primo anniversario della sua nascita. In un primo tempo la bandiera recava al centro un emblema di stile sovietico caratterizzato dal sole radiante a cui si sovrapponevano un libro e una penna, simboli dell'istruzione. Forse a causa del del disimpegno dell'URSS, dell'emblema restò ben presto solo il sole radiante. Tale bandiera sarebbe diventata rappresentativa di tutto il popolo curdo. All'epoca, le proporzioni e il disegno del sole erano variabili. (Vexillinfo, 24 e 28, 1982 e 34, 1983 - Franciae Vexilla, 76, 2014).


< ritorno a Curdistan <




CURDISTAN - Popoli curdi e affini

© Roberto Breschi

YAZIDI
Êzdîtî, Êzidî





Gli Yazidi sono un piccolo e pacifico popolo nomade di etnia curda che vive presso il confine tra Iraq e Siria a nord di Mossul. La loro bandiera, introdotta in epoca imprecisata, è bianco-rossa (con i due colori arrangiati in almeno due modi differenti) e mostra un sole giallo con 21 raggi. Tale emblema è collegato allo yazidismo, religione preislamica che venera l'"Angelo" come ente supremo, raffigurato come un sole o un pavone. Anche il numero 21, tre volte 7, ha implicazioni religiose. Già perseguitati dagli ottomani, gli Yazidi sono alla ribalta della cronaca recente, perché oggetto di massacri da parte dei fondamentalisti islamici che li considerano adoratori di Satana. (Internet - Attualità giornalistica)

< ritorno a Curdistan <

ZOROASTRIANI
Zaratustriani, Zeredeştiyên, Zartoshti


I curdi che seguono la religione di Zaratustra sono dislocati soprattutto in Iran e nell'Asia centrale ex-sovietica (Tagikistan, Kazakistan). La loro bandiera ha i colori curdi; sulla striscia centrale gialla è posta la figura del Faravahar, l'Angelo custode o Spirito guardiano, che dà il senso alla vita dell'individuo. Si tratta dell'emblema zoroastriano più noto, forse la più antica rappresentazione di un simbolo religioso. (Internet)

< ritorno a Curdistan <

CURDI DI SIRIA
Curdistan Occidentale, Rojava, Rojavayê Kurdistanê


Bandiera alzata dai curdi siriani alla proclamazione dell'autonomia del Curdistan Occidentale, nella Siria nord-orientale, il 6 gennaio 2014, riconosciuto dalle autorità centrali curde il 17 ottobre 2014. (Franciae Vexilla, 76, 2014)

< ritorno a Curdistan <

SHABAKI
Popolo Shabak, Êla Şebek


Bandiera riportata come "non ufficiale" (internet wiki) del popolo Shabak, stanziato nell'Iraq settentrionale nella provincia di Ninive. Gli Shabaki sono affini ai curdi, hanno lingua propria e praticano un sincretismo di cristianesimo, islamismo e culti locali. Sono sovente soggetti a persecuzioni da parte dei sunniti.

< ritorno a Curdistan <