DAEGU
Taegu


Emblema di Daegu, metropoli nel sud-est della Corea del Sud, importante centro culturale e industriale. Rappresenta le tre montagne (san) Palgong, Biseul, e Ap che sorgono presso la città, alla base delle quali il nome DAEGU in caratteri latini. Sibolo verde su drappo bianco.






Daegu ha avuto in passato altri emblemi e bandiere. Uno di questi simile all'attuale ma con l'emblema azzurro e il nome della città con la vecchia trascrizione TAEGU; il cambiamento del colore da azzurro a verde e del nome è avvenuto presumibilmente intorno al 2000, anno in cui è stata introdotta la nuova "romanizzazione" dei caratteri coreani. È anche riportata una bandiera azzurra con un simbolo bianco, dall'incerto significato, accompagnato dal nome della città in caratteri coareani.


> Corea del Sud >                                    > indice città >


GWANGJU
Kwangju




Il vecchio emblema di Gwangju, nel sud della repubblica di Corea, in forma di stella, rappresenta la luce in riferimento al nome della città che significa "terra della luce". Le figure azzurro-pervinca che formano il simbolo si uniscono e convergono verso il centro simboleggiando la sinergia degli abitanti per il progresso. Nei primi anni del 2000 l'emblema è stato cambiato: il colore arancio è la luce solare e il sole è raffigurato come un disco bianco, le linee bianche formano una figura umana stilizzata che simboleggia il libero spirito degli abitanti, ma si ricollega anche all'ideogramma cinese che esprime il termine gwang (光) che significa "luce".


> Corea del Sud >                                    > indice città >


BUSAN
Pusan




Bandiera di Busan, principale porto e seconda città per numero di abitanti della Corea del Sud, sulla costa sud-orientale. Drappo bianco con l'emblema della città al centro. Il trangolo superiore rappresenta lo spazio celeste ove si libra un gabbiano, simbolo di Busan. Il triangolo in basso rappresenta il suolo e il mare con due linee curve che simboleggiano la propensione verso il mondo e il futuro. Il tutto esprime forza e vitalità. La bandiera è in uso in due versioni, con l'emblema da solo o circondato da un un motivo azzurro col nome della città in inglese e in coreano.



È descritta anche una precedente bandiera, azzurra con al centro un fiore di ibisco disegnato in giallo e racchiudente un simbolo rotondo di incerto significato. Sotto il fiore, il nome della città. Non si conoscono le date di adozione.


> Corea del Sud >                                    > indice città >


ULSAN


Bandiera di Ulsan, importante porto poche miglia a nord di Busan, bianca con un emblema verde-azzurro e arancio e il nome della città in grandi caratteri neri. L'emblema rappresenterebbe un drago che difende il tempio di Tae Hwa.


> Corea del Sud >                                    > indice città >


CHANGWON
Ch'angwǒn




Bandiere della città di Changwon, poche miglia a ovest di Busan, centro di notevole importanza industriale. La prima bandiera corrisponde a quella della provincia di Gyeongnam con l'aggiunta di un simbolo formato da una torre (chang) e da un cerchio (won) che compongono il nome della città. La bandiera non risulta più in uso; il sito web della municipalità ne riporta una nuova bianca, con un nuovo simbolo e il nome. All'interno del girotondo delle tre ali colorate si intravedono tre figure umane stilizzate che si tengono per mano; esse esprimono la forza dei cittadini uniti per il progresso della città, formata dalla fusione dei tre centri, Changwon, Masan e Jinhae; il  verde, l'arancione e il blu simboleggiano rispettivamente la natura, la città e l'oceano.


> Corea del Sud >                                    > indice città >