KAREN
© Roberto Breschi
Sommario. Lo stato Karen (Kayin), abitato dall'omonima etnia, è situato nel sud della Birmania, a est di Rangoon, lungo il confine con la Thailandia. La mancata concessione di uno stato separato, che era stata loro promessa, causò nel 1947 la formazione di un fronte nazionale e portò, all'inizio del 1949 della proclamazione dell'indipendenza della Repubblica del Cautolai. La ribellione è diventata endemica.


Repubblica del Cautolai, Kawthoolei, da c. 1949 ?


Bandiera degli indipendentisti karen, popolo indipendente per antica tradizione, in lotta per uno stato separato (Cautolai) dalla Birmania, che era stato loro promesso dopo la seconda guerra mondiale. Il rosso, il bianco e il blu significano rispettivamente coraggio purezza e lealtà. I raggi del sole e il tamburo tradizionale sono simboli dell’indipendenza del popolo Karen. Adottata in epoca imprecisata (forse nel 1949).

Stato Kayin, Stato Karen, Kayin pranynai



Bandiera ufficiale attribuita secondo le più recenti testimonianze allo stato federato Karen. Risulta identica a quella adottata nel 1989 dallo stato Kayah.


> BIRMANIA
> STATI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., XIV:4, 1975 - Flagmaster, 1990 e 2000 - Franciae Vexilla, 20/66, 2000 e 27/73, 2002 - Gaceta de Banderas, 79, 2002







KAYAH
© Roberto Breschi
Sommario. Lo stato Kayah, abitato da un sottogruppo karen (karen-ni, o karen rossi), a nord del Karen al confine con la Thailandia, è il più piccolo dei sette stati birmani.


Stato Kayah, Kayah pranynai, dal 1989


Bandiera adottata nel 1989. Derivata da quelle dei movimenti separatisti Karenni (o Karen rossi), simili, ma senza stella, con emblemi vari e sequenza dei colori invertita.

La bandiera recentemente descritta è invece rossa, blu e verde a strisce orizzontali con il cantone della bandiera birmana in piccole dimensioni. Al centro una figura alata danzante, presa dalla tradizione buddista: di essa si possono ammirare nel paese grandi statue dorate.


> BIRMANIA
> STATI (Indice)

Bibliografia
Flagmaster, 1990 - Franciae Vexilla, 20/66, 2000 e 27/73, 2002 - Gaceta de Banderas, 79, 2002







SHAN
© Roberto Breschi
Sommario. Lo stato Shan, erede di uno dei grandi regni birmani, nella parte centro-orientale della Birmania,  è il più vasto, occupando quasi un quarto della superficie del paese. Ha a sua volta struttura federale.


Stato Shan, Federazione Shan, Shan pranynai, dal 1946


Bandiera nazionale stabilita il 6 febbraio 1946 dalla conferenza dei capi shan a Pen Long, in previsione di una repubblica Shan indipendente, e alzata per la prima volta il 7 febbraio 1947. Come confermato recentemete è tuttora in uso come bandiera ufficiale dello stato. Non è dato sapere se sia ispirata alla bandiera, molto simile, dello stato fantoccio costituito in Birmania dai filogiapponesi (1943-45).


> BIRMANIA
> STATI (Indice)

Bibliografia
Flagmaster, 1990 e 2000 - Franciae Vexilla, 20/66, 2000 e 27/73, 2002 - Gaceta de Banderas, 79, 2002







KACHIN
© Roberto Breschi
Sommario. I kachin del nord della Birmania (con qualche sconfinamento in Cina) costituiscono una minoranza di montanari cino-tibetana che dal secolo XIX si considerano stato a sé. Il loro movimento indipendentista, sorto nel 1960, è molto forte e ben organizzato.


Stato Kachin, Jingphaw Mungdan, dal 1947






Bandiera di nazionalità dei kachin insediati nel nord della Birmania e anche oltre il confine, in Cina, adottata nel 1947, molto prima della nascita dei movimenti indipendentisti organizzati (1960). Le due caratteristiche spade locali (yagatan) simboleggiano la determinazione nella difesa della patria. Il rosso è il sangue versato e il verde rappresenta la terra. La nuova bandiera ufficiale, recentenente riportata, è azzurra con montagne raffigurate entro un disco centrale. Le massime altitudini della Birmania (quasi 6000 m) sono infatti comprese in questo stato. Non si conosce la data di adozione.


> BIRMANIA
> STATI (Indice)

Bibliografia
Flag Bull., XIV:4, 1975 - Flagmaster, 1990 - Franciae Vexilla, 20/66, 2000 e 27/73, 2002 - Gaceta de Banderas, 79, 2002