EGITTO - Capitale e città principali

© Roberto Breschi

Le maggiori città egiziane hanno le stesse bandiere dei governatorati di cui sono capoluogo. D'altra parte i centri urbani del Cairo, Alessandria, Porto Said e Suez hanno un numero di abitanti compreso tra l'80 e il 90% della popolazione totale dei rispettivi governatorati e Giza circa la metà.

Bibliografia generale - La letteratura vessillologica riguardante le città egiziane è assai scarsa. Le fonti utilizzate sono soprattutto fotografie e disegni reperibili in rete - non sempre del tutto affidabili.


IL CAIRO
al-Qāhira






Bandiere della municipalità e del governatorato del Cairo, capitale egiziana e principale metropoli africana. La conurbazione, comprendente anche Giza, Eliopoli e altri centri periferici, con una popolazione stimata di 20 milioni, è fra le più grandi della terra. Una bandiera, adottata in epoca imprecisata e documentata intorno al 2006, è bianco-celeste e reca al centro, racchiuso in un cerchio blu, un emblema riproducente in rosso scuro il profilo dei minareti e delle cupole della grande moschea di el-Azhar, costruita nel X secolo, alla base del quale appare il nome della città in caratteri stilizzati. Una versione più recente della bandiera è bianca con al centro lo stesso emblema, azzurro accollato a un sole radiante.


> Egitto >                                    > indice città >


ALESSANDRIA
Alessandria d'Egitto, al-Iskandariyya


Bandiera di Alessandria d'Egitto, grande metropoli dell'antichità, fondata nel IV secolo a.C., oggi importante porto e seconda città egiziana per popolazione. Drappo grigio-celeste con strisca gialla alla base su cui è raffigurata una ricostruzione del mitico faro che sorgeva sull'isoletta di Pharos, davanti al porto di Alessandria, costruito intorno al 300 a.C. e distrutto da un terremoto nel 1300. Proporzioni 2/3 con la striscia gialla pari a 1/5 del drappo.


> Egitto >                                    > indice città >


GIZA
al-Gīzah






Bandiere di Giza, terza città dell'Egitto, contigua al Cairo a ovest, sulla riva sinistra del Nilo. Drappo verde con un emblema al centro raffigurante le celebri piramidi e l'edificio dell'università del Cairo che ha sede in Giza. Attorno, fiori di loto stilizzati terminanti alla base in una figura geometrica che richiama il simbolo del Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, a cui le piramidi appartengono. Una bandiera più recente, apparsa intorno al 2013, è ancora verde ma con un disegno diverso dell'emblema, con le acque del Nilo che si aggiungono alle piramidi e all'università. L'emblema è posto in un triangolo bianco basato all'asta ed è accompagnato dal nome della città o del governatorato. Proporzioni 2/3 con il triangolo esteso sino a metà del drappo.


> Egitto >                                    > indice città >


PORTO SAID
Būr Saʻīd

 
Bandiera del governatorato e della città di Porto Said, presso l'ingresso dal Mediterraneo del canale di Suez. Drappo rosso con lo stemma raffigurante un'àncora a testimonianza delle numerosissime navi che stazionano all'imbocco del canale in attesa del passaggio. Il serto di olivo che circonda lo scudo, simile a quello della bandiera dell'ONU, è un auspicio di pacifica navigazione internazionale attraverso l'importante via d'acqua.


> Egitto >                                    > indice città >


SUEZ
as-Suwais, es-Sewēs
 
 
Bandiera della città e del governatorato di Suez. Il porto di Suez, all'imbocco dell'omonimo canale sul versante del mar Rosso, ha rivestito notevole rilievo commerciale anche prima della costruzione del canale. Oggi è forse al centro della più importante area industriale dell'Egitto e la bandiera ne è testimone. La ruota dentata allude alle industrie concentrate specialmente nel distretto di Attaka, e la fiamma alle raffinerie petrolchimiche del distretto centrale, le maggiori del Paese.


> Egitto >                                    > indice città >